mercoledì 29 marzo 2017

WWW Wednesday #6 - 2017


Ed è di nuovo mercoledì, l'ultimo di marzo!!!

Come prcedono le vostre letture? Settimana scorsa per me è stato un delirio, dovete sapere che il 13 marzo è nato il magazine di cui sono proprietaria e son state due settimane di fuoco, come se non bastasse sabato 8 aprile incontrerò di persona Aidan Turner e devo iniziare a preparare un po' di cose...

Una giornata non ha abbastanza ore per poter fare tutto :(




Che cosa stai leggendo in questo momento?



Entrambi i libri usciranno il 19 aprile, sono legata sia alla Armentrout (che novità) sia a Moccia, ebbene si sono una delle pazze amanti di Tre metri sopra il cielo... Una delle cose che adoro è poter leggere in anteprima libri che attendevo con ansia :) appena mi sono arrivati questi ho mollato tutto quello che stavo leggendo!


Che cosa hai appena finito di leggere?


Carry On di Rainbow Rowell all'inizio non riuscivo a farmelo piacere, poi è migliorato tutto insieme ed ora sono davvero molto triste, vorrei avere ancora qualcosa da leggere su SImon e Baz e spero davvero che la Rowell ci regali qualcosa in merito

Non ti lascerò cadere di Jessica Park è divino, pura meraviglia, ma non mi aspettavo nulla di meno perchè mi aveva già incantata con Sei in ogni mio respiro

Phoneplay di Morgana Bicail l'ho letto in francese, lo rileggerò comunque in italiano...


Che cosa pensi di leggere dopo?

Ho delle scadenze quindi queste le prossime letture sicure tra cui pescherò...





E per questa settimana è tutto, spero solo di riuscire a mantenere la mia TBR uff.. Lasciate pure i vostri link nei commenti che con calma passo da tutti!!


Recensione : Il sole tra le mani di Roberto Ritondale


Prezzo: € 10,90
Pagine: 192
Editore: Leone Editore collana Satura
Genere: Narrativa

Novembre 2004. Aldo Montesi, emigrato da Milano a Napoli, è uno strano voyeur del lutto: incapace di provare emozioni, ruba lacrime straniere nei cimiteri più singolari. La sua vita trascorre apatica fino a quando due eventi lo spingono all’azione: le minacce di un gruppo criminale e il dialogo surreale con un impiegato che vuole vendergli un loculo matrimoniale vista mare. Attraverso un viaggio catartico nel suo passato, Montesi cercherà di porre fine alle sue eclissi e di abbracciare la luce, distruggendo tutte le foto che lo riguardano, simbolo di ciò che è stato, e imparando ad aprirsi agli altri.

Il protagonista lo conosciamo mentre osserva una tomba di una persona che nemmeno conosce : si nutre del dolore altrui visto che risulta apatico e grigio.
Mette tristezza e qui fermo la lettura. L'entusiasmo è smorzato...
Ma lo ammetto ho preso una cantonata!
Riapro il libro, non resisto ad un libro non letto, ed ecco che la storia si sviluppa sotto i miei occhi.
Aldo si rivela un uomo senza spina dorsale, si fa scivolare le cose addosso, non vive ma sopravvive e lavora nell'azienda dello zio che l'ha allevato ma che da tempo non vede di persona. 
Qualcosa però lo farà uscire dal suo torpore : la paura! 
Un brutto ceffo gli riga la macchina e lo minaccia di morte se non gli rivela dove si nasconde suo zio.
In seguito a questo evento si troverà ad osservare tutta la sua vita da un punto di vista diverso accorgendosi di quante cose lui abbia trascurato e sottovalutato. 
Quanti eventi ricorda in modo distorto? 
Quante bugie gli hanno raccontato?
Quante volte ha mollato invece di combattere? 
Tornerà a caccia del passato in cerca di risposte e per cancellare le sue tracce.
Vuole eliminare ogni foto ed ogni riferimento alla sua persona, come se non fosse mai esistito. 
Ritroverà vecchie conoscenze ed amori e conoscerà persone che a modo loro lo indirizzeranno verso un futuro diverso.
L'autore ci guida nella vita normale e piatta di una persona dimostrando che nulla è come sembra. Quello che diamo per scontato per altri è importante. 
La trama si sviluppa piano piano in un crescendo di domande e curiosità. 
La storia è dolorosamente verosimile e "già sentita" ma proprio per questo reale.
Difficile leggendo questo libro non identificarsi in alcuni passaggi, quasi tutti tendiamo a soffocare sogni e desideri se non collimano con la realtà, quasi tutti dimentichiamo la passione e la tenacia della gioventù ma a ben pensarci sono ancora lì solo che non sappiamo come utilizzarle al meglio.
Lo ammetto ho preso una bella cantonata perchè il libro merita veramente di essere letto e ora lo consiglio a voi mie cari lettori. 
Una ventata di speranza in tempi precari e desolanti.





Eventi Mondadori Ragazzi alla Bologna Children's Book Fair 2017

GLI EVENTI

Lunedì 3 Aprile
ISABELLE ARSENAULT e FANNY BRITT presentano Louis e i suoi fantasmi.
Ore 20:00, Libreria per Ragazzi Giannino Stoppani, Via Rizzoli 1 - Bologna
Dopo il pluripremiato Jane, La Volpe & Io, un nuovo capolavoro presentato in esclusiva direttamente dalla sua autrice e illustratrice.
Con Nadia Terranova.
Ingresso libero fino a esaurimento posti.
Martedì 4 Aprile
MARIA GIULIA COTINI presenta Shotaro. Il bambino che voleva diventare samurai
Ore 14:30, Sala Melodia – Centro Servizi di BolognaFiere
L’autrice presenta il suo primo romanzo, con un approfondimento sul tema di sport e disabilità.
Modera Manuela Salvi.
Ingresso riservato ai possessori del pass d’ingresso per la Fiera.
FRANCESCA CAVALLO ed ELENA FAVILLI  presentano
Storie della Buonanotte per bambine ribelli


Ore 19:00, Libreria Coop Ambasciatori, Via degli Orefici, 19 - Bologna

Ultimo appuntamento prima del rientro negli USA per le due autrici del fenomeno editoriale del momento, accompagnate da due ospiti d’eccezione:

Fabio Geda ed Emma Dante.

Ingresso libero fino a esaurimento posti.
ISABELLE ARSENAULT inaugura la mostra “Le Meraviglie”.

Ore 19:30, Museo internazionale e biblioteca della musica, Strada Maggiore, 34 - Bologna

 Per la prima volta in Italia, dal 5 aprile al 7 maggio 2017, la mostra personale di Isabelle Arsenault, che racconta l’universo raffinato e sospeso della talentuosa illustratrice canadese.
Evento organizzato in collaborazione con Hamelin Associazione Culturale, Éditions de La Pastèque, Transbook Children’s Literature on the Move.
LE NOVITÀ

L’edizione 2017 della Fiera del Libro per Ragazzi è per Mondadori ispirata dal coraggio e dallo spirito di ricerca.
Piccoli e grandi lettori ribelli troveranno la loro dimensione nelle numerose novità che qui abbiamo il piacere di presentarvi: dai classici intramontabili che hanno cambiato il modo di scrivere e leggere in passato alle storie nuove e, a volte, controcorrente, ma sempre coerenti con le nuove tendenze del panorama internazionale.

(Per maggiori dettagli cliccare sulla cover del libro)
DUE MAESTRE DELLA LETTERATURA PER L’INFANZIA
Julia Donaldson-Helen Oxenbury
Il Gigante Salterino

 
Un capolavoro in rima di Julia Donaldson, perfetto per la lettura ad alta voce, e impreziosito dalle incantevoli illustrazioni di Helen Oxenbury.
UNA TENERA STORIA DAL FINALE A SORPRESA
Jonathan Bentley
Dov’è Orso?

 
Una storia piena di orsi e di sorprese! Un libro tenero, intelligente, che trascina i giovani lettori nella "caccia all'orso" e li incoraggia a interagire.
RIDERE A CREPAPELLE DELLE PROPRIE PAURE
Catherine Storr
Polly e il lupo tontolone

Una grande classico della letteratura inglese, finalmente in Italia. Con le poetiche illustrazioni di Simona Mulazzani accompagnano, con dolcezza e ironia queste storie piene di umorismo contagioso.
DALL’AUTORE DEL LIBRO DEI CONIGLIETTI SUICIDI
 Andy Riley
Il Re Bambino e l’imperatore cattivo
 
Cosa faresti se avessi 9 anni e un regno da governare? Dall'autore del Libro dei coniglietti suicidi, che ha venduto complessivamente più di 80mila copie, lo stesso umorismo dissacrante, inesauribile e geniale, stavolta messo a disposizione di una storia per bambini, carica di valori e messaggi positivi.
UNO DEI ROMANZI PIÚ AMATI IN UN’EDIZIONE SPECIALE
Jerry Spinelli
Stargirl

In attesa del nuovo romanzo in uscita in autunno, un'edizione speciale del libro simbolo dell'anticonformismo. Stargirl è semplicemente se stessa: e non è detto che questo sia un vantaggio, in un mondo fatto di persone che vogliono soltanto “adeguarsi”.
TRA POESIA E ARTE ILLUSTRATIVA
Roberto Piumini
Le avventure di Ulisse

 
Le rime di Roberto Piumini e le illustrazioni di Francesca Ghermandi, insieme per raccontare una delle più grandi storie della mitologia greca.
L’AMORE IMMAGINATO DI UNA POETESSA IMMORTALE
Benedetta Bonfiglioli
In attesa di un sole. L’amore immaginato di Emily Dickinson

 
Un romanzo struggente e delicato, che completa con l’incanto dell’invenzione la biografia di una poetessa immortale. L'autrice sarà presente in Fiera.
IL RITORNO DELL’AUTORE BESTSELLER DI THRILLER
Carlo A. Martigli
L’apprendista di Michelangelo

 
Il ritorno dell'autore bestseller Carlo Martigli; un thriller storico mozzafiato, ricco di arte e storia, a misura di ragazzi. Con all’interno un inserto a colori con le immagini dell’opera di Michelangelo che hanno ispirato il romanzo. L'autore sarà presente in Fiera.
IL BRIVIDO IN UN’EDIZIONE SPECIALE
 
Una nuova collana di grandi romanzi presentata da grandi scrittori contemporanei per scoprire e riscoprire le più paurose e mostruose storie dei maestri del brivido, con contenuti speciali che spaziano su musica, cinema e fumetto.

Mary ShelleyFrankenstein, 
Presentato da Chiara Valerio

B. Stoker
Dracula, 
Presentato da Luca Scarlini

E. A. Poe
Le avventure di Gordon Pym,
Presentato da Fabio Genovesi

R. L. Stevenson
Lo strano caso del Dottor Jekyll e del Signor Hyde, 
Presentato da Wu Ming 4

[BlogTour] Una perfetta sconosciuta di Alafair Burke: 2° Tappa - Il viaggio perfetto


Buongiorno Lettori Meravigliosi e ben trovati! :)

Cominciamo anche questa giornata nel migliore dei modi con un nuovissimo BlogTour interamente dedicato ad una delle autrici più celebri del momento: già conosciuta grazie a "La ragazza nel parco", Alafair Burke è da poco tornata in tutte le librerie con uno dei Thriller più attesi dell'anno e l'ha fatto riscuotendo un enorme e meritato successo. Una perfetta sconosciuta, infatti, è già in cima ad ogni classifica ed io non vedo l'ora di parlarvene! Nel frattempo, però, vogliamo farvi immergere nelle sue atmosfere oscure prendendovi per mano e trasportandovi in quei magnifici luoghi che solo la mente è in grado di creare.


Il libro

Prezzo: € 18,50
Ebook: € 9,99
Pagine: 384
Genere: Thriller psicologico
Editore: Piemme
Data di pubblicazione: 14 Marzo 2017

TRAMA

E se tutto ciò che hai intorno… fosse una bugia? E se nessuna delle persone che conosci… ti stesse dicendo la verità?

Immagina che la polizia arrivi a casa tua e ti mostri una foto in cui tu – con i capelli di quel tuo rosso inconfondibile, il tuo cappotto blu – stai baciando un uomo. Peccato che quell'uomo sia stato trovato morto trentuno ore prima, e tu non ricordi di averlo mai baciato. Anzi, lo conoscevi appena. Era il tuo nuovo capo, l'uomo che ti aveva dato in gestione la galleria per conto di un misterioso proprietario. Il lavoro dei tuoi sogni: ti era sembrato troppo facile, troppo bello per essere vero. Eppure tutto era andato liscio, la galleria esisteva davvero, avevi firmato un contratto regolare. Adesso, però, guardando quella foto capisci che non c'era niente di regolare. Niente di facile. Perché là fuori qualcuno sta cercando di incastrarti, anche se non riesci a immaginare il motivo. Qualcuno che sa molte cose di te. E che forse ti è molto vicino… 

In questo thriller in cui nulla è come sembra, Alice Humphrey vede crollare intorno a sé, come un castello di carte, ogni certezza. Compresa quella più importante: la sua stessa innocenza.



Il viaggio perfetto

Vi siete mai chiesti quale parola, tra le migliaia che la nostra bellissima lingua ci regala, riesca maggiormente a descrivervi? Vi svelo un segreto, oggi, e vi sussurro la mia: Viaggiatrice. Per molti viaggiare significa solo visitare luoghi ancora sconosciuti, per altri invece il valore che la parola assume va decisamente al di là di un dato meramente artistico. Un viaggio, d'altronde, richiede forza, volontà, anima e mente per poter essere goduto pienamente, ma quello perfetto esiste davvero? Ed è davvero così semplice riconoscerlo?

Con il tempo ho imparato che, in realtà, quello che rende un viaggio perfetto non è solo la meta prefissata, per quanto magnifica essa sia, ma, molto più semplicemente, la compagnia e i ricordi che solo una simile esperienza può regalare.

Guardandomi indietro io ritrovo la perfezione in quelle lunghe giornate passate in macchina percorrendo l'autostrada, con accanto i miei genitori e mio fratello, con un'unica grande meta da raggiungere: le braccia dei miei nonni e il lento cullare delle onde del mare ghiacciato al mattino. Adesso che tutto è diventato un intenso ricordo, la perfezione la porto nel cuore e nelle montagne che solo il grande amore poteva convincermi ad apprezzare: la quiete che ti accarezza al mattino, la brezza leggera che si alza nel finire del giorno, l'aria pulita che invade i polmoni e le bellezze mozzafiato che la natura regala rendono tutto incredibilmente simile ad un piccolo paradiso privato.

In ogni esperienza vissuta, però, ad accompagnarmi c'è sempre stato un amico fedele e leale senza il quale immaginare tutto questo non sarebbe mai stato possibileun buon libro. E sapete quale romanzo si presta perfettamente ad un buon viaggio ristoratore? Una perfetta sconosciuta, ovviamente! :)

Per voi, invece, il viaggio perfetto cosa rappresenta?




Non perdetevi le altre tappe del BlogTour dedicato a questo accattivante romanzo, credetemi, non ve ne pentirete! :)

martedì 28 marzo 2017

[BlogTour] Carry On di Rainbow Rowell: Tappa #7 - I Personaggi


Il 21 marzo è uscito Carry On di Rainbow Rowell, che per l'occasione è venuta in Italia ad incontrare a Firenze i suoi fan!

Prezzo: € 17,00
E-book: € 6,99
Pagine: 538
Editore: Piemme

Trama

Simon Snow è il peggior prescelto di sempre. Questo è ciò che sostiene Baz, il suo compagno di stanza. Baz potrà anche essere un vampiro e un nemico, ma ha probabilmente ragione. Per la maggior parte del tempo infatti Simon non sa far funzionare la sua bacchetta, oppure non sa controllare il suo inestinguibile potere mandando tutto a fuoco. Il suo mentore lo evita, la sua ragazza lo ha lasciato, e un mostro con la sua faccia si aggira per Watford, la scuola di magia in cui frequentano l'ultimo anno. Allora perché Baz non riesce a fare a meno di stargli sempre intorno?




In questa tappa parliamo un po' dei personaggi, sperando di incuriosirvi e convincervi a correre in libreria a comprarlo!
Forse non tutti sanno che questo libro è nato come Fan Fiction di Harry Potter, infatti sono molti gli elementi che ricordano il celebre maghetto inglese che ha fatto emozionare milioni di Fan. 

Simon aveva 11 anni quando l'Arcimago lo ha trovato per condurlo alla scuola di magia di Watford. Lui è un Normale, ovvero un semplice umano ed è la prima volta che accade che un umano abbia poteri magici, ma soprattutto che sia il Prescelto destinato a salvare la magia dal Tedio! In Carry On Simon ha già 18 anni, è biondino, con i capelli biondi e gli occhi azzurro, magrolino e mangia come se non ci fosse un domani! È un tipo molto particolare, non sa usare nè gestire la sua magia, rischia continuamente di esplodere e non usa per nulla il cervello, infatti cerca sempre di attacar briga con Baz, che lui definisce il suo acerrimo nemico. Simone puzza sempre di bruciato, odore dovuto alla sua magia, che ammalia e attira i maghi, i quali se ne vorrebbero nutrire.




Baz... ha 18 anni, capelli lunghi e neri, carnagione molto chiara ed apparriene d due Antiche Famiglie, sua mamma è una vera e propria leggenda tra i maghi, un'eroina, la più giovane direttrice di Watford morta per difendere la scuola e suo figlio. Baz è stato trasformato in vampiro da piccolo e questo non lo aiuta ad interagire con gli altri. Non ha un bel carattere, è sfacciato, borioso e ha sempre frecciatine pronte da scoccare contro Simon e le sue amiche. Dietro quella facciata da duro in realtà Baz è un ragazzo con un grande cuore, che sa amare e che soffre ancora molto per la perdita della madre! la sua magia viene definita da Penelope come "olio bollente" e il fuoco è l'elemento che Baz gestisce meglio, proprio come la madre.




Penelope è la migliore amica di Simone, appartiene anche lei ad una delle famiglie Antiche, i suoi genitori sono degli studiosi e la madre insegna a Watford, mentre suo fratello è una delle guardie dell'Arcimago. Penelope, come la definisce Simon, è una bimba in vestiti da adulta: paffutella, giocosa, a volte petulante, ma è anche una delle più brave maghe della scuola. La sua magia ha il sapore della salvia.



Agatha in teoria è la ragazza di Simon, in pratica da qualche tempo è attratta da Baz. È bionda, pallida e filiforme, appartiene ad una famiglia di maghi e nonostante il suo rapporto con Simon per lei a Watford dovrebbero andarci solo i maghi meritevoli e non essere aperta a tutti coloro che hanno della magia che gli scorre nelle vene. Agatha è gelosa del rapporto tra Penelope e Simon, non lo comprende e lo travisa, ma nel frattempo corre dietro a Baz, perchè ha bisogno di qualcosa di imprevisto, elettrizzante e non ordinario.




L'Arcimago è una figura davvero molto misteriosa e ambigua,  non tutti si fidano di lui e molti lo ritengono responsabile di molti fatti poco chiari avvenuti a partire dagli anni novanta. Personalmente fin dalle prime pagine ho faticato sia a comprendere questo personaggio sia a fidarmi di lui, mi ricordava molto Palpatine di Star Wars I... 


Capitolo dopo capitolo sono molti i personaggi che si incontrano, ma di sicuro questi sono quelli più importante, anche se alcuni di quelli secondari hanno un ruolo importante all'interno della storia, ma ve ne parlerò meglio nella mia recensione!






Una copia di Carry On cerca casa, per poter provare ad adottarla non dovete far altro che completare in ogni sua parte il Form che trovate qui sotto!

a Rafflecopter giveaway



La tappa di ieri era un confronto tra Carry On e Harry Potter e la potete trovare QUI, di seguito trovate il calendario con tutte le tappe, mi raccomando non perdetene nemmeno una!






Un tè con... Fabio Geda e Marco Magnone



Esce oggi per Mondadori Ragazzi il quarto capitolo della serie Berlin, di cui trovate la scheda QUI.

Mi è stata data la possibilità di intervistare Fabio e Marco, due autori a cui sono molto affezionata ed oggi vi propongo la mia intervista!


Com'é nata l'idea di sviluppare una serie su 7 libri?

A dire il vero cominciamo con un colpo di scena: i libri saranno sei, non sette. Come dici tu, che ci segui con affetto fin dall’inizio, avevamo detto che il numero magico sarebbe stato sette e questo era dovuto semplicemente alla distribuzione ideale della storia che avevamo in testa all’inizio. Ma quando cominci a scrivere le storie iniziano a vivere di vita propria. E Berlin, a un certo punto, diciamo con la scrittura del quarto, ha imboccato sentieri che non avevamo previsto e che chiedevano di chiudere la saga con il sesto, e non con il settimo libro. E se c’è una cosa che un buon scrittore deve saper fare, be’, questo è proprio ascoltare la propria scrittura. Noi lo abbiamo fatto. Che invece fosse una serie, era uno dei paletti che ci eravamo dati fin dall’inizio per dare forma al nostro mondo un poco alla volta.

É stato difficile caratterizzare ed individualizzare ognuno dei personaggi che ha un proprio Pov?

Caratterizzare il punto di vista, unico e individuale, di ogni personaggio, è una delle cose che uno scrittore deve saper fare: o altrimenti è meglio non faccia lo scrittore. Poi, come sempre, per ognuno abbiamo pescato dalla nostra vita, o dal mondo che ci circonda, o da altre storie.

Cosa pensate della reazione dei giovani lettori alla serie?

Il grande entusiasmo che circonda e precede l’uscita di ogni nuovo libro della saga è per noi motivo di grande felicità. I ragazzi ci raccontano le loro impressioni e le loro aspettative e vista la profondità e l’acutezza dello sguardo con cui scandagliano le nostre pagine siamo sfidati a non lasciare nulla al caso. Ogni volta che prendiamo una decisione, che decidiamo uno snodo narrativo, ci chiediamo: e se un ragazzo ci scrivesse e ci chiedesse di motivare questa scelta, sapremmo farlo?

Com'é andare nelle scuole e confrontarsi con un pubblico giovane?

I giovani lettori sono i lettori più straordinari che uno scrittore possa desiderare. La loro sospensione dell’incredulità, la passione con cui s’immergono nella storia, sono totali. E se i professori e i bibliotecari hanno fatto bene ciò che sono chiamati a fare, e li hanno accompagnati alla scoperta delle mille suggestioni e dei tanti stimoli nascosti nel racconto, ecco che allora abbiamo fatto centro, unendo un’occasione di promozione della lettura a una di confronto e discussione (nel nostro caso) su temi sociali.

Una volta finito Berlin pensate di scrivere ancora insieme?

Sì. Senza dubbio.

Avete già qualche nuovo progetto personale in lavorazione?

Abbiamo già delle idee che ci ronzano in testa, sì. Ma per ora siamo pancia a terra a lavorare a Berlin e ogni neurone è dedicato a Jakob, a Christa e agli nostri compagni di viaggio.

Se Berlin fosse un'emozione cosa sarebbe?

Possiamo dirtene tre? Una è senza dubbio la nostalgia: per un mondo finito, per le cose perse di cui percepiamo il valore solo quando non ci sono più. Poi la curiosità di scoprire cosa non sappiamo del mondo e soprattutto di noi stessi. La terza è la speranza che sempre cova sotto la brace dei fuochi che sembrano ormai spenti.

Jacob e gli altri torneranno mai in ricognizione oltre il muro?

Oh, mi spiace. Per saperlo dovete leggere I lupi del Brandeburgo. Ma il fatto che nel titolo ci sia la parola Brandeburgo, ossia la regione in cui si trova Berlino, ecco, qualche cosa potete già immaginarlo.

Come mai avete scelto un'ambientazione distopica?

Le distopie sono stimolanti: ti mettono di fronte a un futuro che vorresti evitare e ti costringono a chiederti cosa fare per evitare di correre quel rischio. Ma tecnicamente a noi piace considerare Berlin più una ucronia, ossia una storia che gioca con la Storia, un racconto che torna indietro nel tempo e sovverte lo scorrere del tempo così come lo conosciamo.

Vi vedremo a Tempo di Libri o al Salone di Torino?

Voi cercateci sempre e ovunque. Che la caccia abbia inizio!


Che dire non ci resta che scoprire quale nuova avventura i due autori hanno ideato per noi e iniziare a prepararci per dal loro la caccia a Milano e Torino...