mercoledì 12 settembre 2012

Recensione: La Maledizione della Luna Nera di Karen Marie Moning



Prezzo: € 10,00
E-book: Non Disponibile
Pagine: 341
Editore: Leggereditore
Genere: Urban Fantasy - YA

Mac è alla continua ricerca del Libro Proibito e ben presto scopre che è proprio il Libro la causa scatenante dell'onda di violenza che ha travolto negli ultimi tempi Dublino... Nella sua lotta contro il Signore Domine ha ora nuovi alleati, ma le cose non andranno come sperato e tutto sembrerà perduto...

La Maledizione della Luna Nera è il terzo capitolo della serie Fever, costituita in tutto da ben 6 volumi.
Come nei libri precedenti la storia è narrata in prima persona da Mac, che ancora una volta riassume la storia e ripresenta i vari personaggi con cui condivide le sue esperienze... Il continuo riassumere gli avvenimenti precedenti e il ripetere ogni volta quali sono i poteri di Barrons o del principe Selee V'Lane rende almeno all'inizio pesante e poco scorrevole la lettura...
Ma se inizialmente la lettura risulta pesante e noiosa andando avanti ci si ritrova coinvolti nel racconto e la curiosità sale, il lettore diviene parte della storia e viene letteralmente trascinato in giro per Dublino da Mac.
Rispetto ai due libri precedenti in questo i colpi di scena sono pochi, mentre viene dato maggiore spazio a vecchi e nuovi protagonisti, come a voler preparare il lettore a ciò che averrà nei prossimi volumi.
I personaggi presentati son tutti ben delineati, con un ruolo importante all'interno della storia e pagina dopo pagina si finisce per imparare a conoscere meglio ogni protagonista scoprendo anche lati nascosti delle loro personalità... 
Il personaggio di Mac è in continua evoluzione, in costante crescita e diviene sempre più consapevole di potersi fidare solo di se stessa e che poichè tutti vorrebbero usarla per ritrovare il Libro allora anche lei deve iniziare a sfruttare chiunque possa aiutarla nel suo intento... Si rende conto che sono gli altri ad aver maggior bisogno di lei, che risulta esser l'unica a percepire il Libro e poterlo quindi rintracciare.
Barrons e V'Lane mostrano nuovi aspetti della loro personalità e vengono fornite nuove informazioni sulla loro vita, anche se su di loro continua ad esserci uno spesso velo di mistero che li rende ancora più affascinanti.
Come sempre la Moning riesce a catturare l'attenzione di chi legge, grazie anche alle descrizioni minuziose, che danno al lettore la sensazione di vedere tutto con i propri occhi...
Verso la fine del libro si ha finalmente qualche scena più movimentata, i toni sono carichi di ansia, tensione e si riesce a percepire la paura provata da Mac: chi legge vive ogni istante descritto dalla protagonista, sente crescere lo sgomento e arrivato all'ultima pagina viene preso alla sprovvista e mille congetture si fanno avanti nella sua mente.
Anche qui come nei due volumi precedenti nulla risulta scontato, molte domande trovano risposta, ma tante altre si fanno avanti e resta come sempre la voglia di leggere presto il prossimo libro...




valutazione 5

1 commento: