domenica 21 ottobre 2012

Recensione: Kayla 6982 di Karen Sandler


Prezzo: € 12,00
E-book: Non Disponibile
Pagine: 492
Editore: Giunti Y
Genere: Distopico - YA

La Terra non esiste più e gli umani si sono trasferiti su un altro pianeta dove, grazie a tecnologie futuristiche, hanno ricreato palazzi e colture. La popolazione è suddivisa in caste, in cima alla piramide vi sono i Puri, poi gli Impuri che lavorano al servizio dei Puri ed infine gli NGM, ovvero Non-umani Geneticamente Modificati: quest'ultimi vengono trattati come schiavi, offesi, beffeggiati e umiliati continuamente... Kayla è una NGM e per il suo quindicesimo compleanno viene mandata a servire presso una famiglia di puri. L'incontro con Zul e il nipote Devak cambierà la sua vita e la porterà a scoprire, insieme all'amica Mishalla, la verità sulla sua gente...

Una trama futuristica che descrive un futuro che nessuno vorrebbe, ma che rispecchia le brutture della società attuale, dove chi ha i soldi vive spesso in modo egoistico..
Ci ho messo un po' a comprendere questo libro e inizialmente la lettura mi è risultata pesante, sia per i termini particolari usati dall'autrice sia perché per almeno metà libro vengono introdotte le due protagoniste e la loro vita. L'autrice ha cercato di far conoscere meglio Kayla e il suo esser NGM, quel malessere che questo status le provoca e come lo affronta... Nella seconda metà del libro ci si appassiona alla storia, ci si schiera al fianco degli NGM e si diventa partecipi della lotta contro i Puri e gli Impuri che li trattano come animali d'allevamento.
Kayla e Mishalla sono le due protagoniste di questa storia, saranno loro a ribellarsi al sistema con l'aiuto di alcuni Puri e Impuri: da ragazzine quindicenni che accettano senza protestare il proprio destino da schiave, che sopportano gli insulti e la cattiveria degli umani piano piano diventeranno donne, guerriere decise a cambiare la propria vita per sentirsi finalmente libere e soprattutto non più diverse.
Intorno a Kayla e Mishalla ruotano alcuni personaggi il cui ruolo è fondamentale nel compiersi della storia, tra tutti però quello meglio caratterizzato è l'anziano Zul, il "padrone" di Kayla che è anche colui che continua da anni a lottare per i diritti degli NGM e per far finire i soprusi su questa razza. 
Un libro questo definito un Young Adult, ma che in realtà è perfetto per qualunque età: la storia narrata da infatti molti spunti su cui riflettere e focalizza l'attenzione su argomenti che sono attuali come il razzismo, la divisione in ceti e il potere dei soldi...
Un libro che consiglio e che infiammerà i vostri animi, portandovi al fianco degli NGM e facendovi emozionare, arrabbiare e sognare!



valutazione 5

2 commenti:

  1. Bellissima recensione!!!:)
    complimenti!!!
    da leggere assolutamente!!!!non vedo l'ora di averlo tra le mani!!

    COmunque complimenti per la grafica!!!è bellissima!!

    RispondiElimina