Recensione: Il gusto segreto del cioccolato amaro di Kevin Alan Milne



Prezzo : € 18.50

E-book: € 6,99

Pagine: 320

Editore: Sperling & Kupfer (collana Pandora)

Genere: Romanzo





La giovane Sophie Jones è la proprietaria di una cioccolateria diventata famosa per i “dolcetti della sfortuna” che contengono bigliettini cinici e disillusi.
Non crede più nell’amore e nella possibilità di essere felice dopo la rottura inaspettata con Garret ad un passo dal matrimonio.
Dopo più di un anno Garret si ripresenta dichiarandole il suo amore e disposto a tutto pur di riaverla.
Sophie lo metterà a dura prova chiedendogli di trovare 100 buone motivazioni per essere felici, solo così otterrà un appuntamento con lei.
La ragazza confida nel fatto che nulla per lei è durevole e che l’impresa sarà impossibile. L’uomo la stupirà pubblicando un annuncio sul Seattle Times:

“Cercasi felicità

Aiutatemi a trovare quello che ho perso.

Suggerimenti alla casella postale 3297: TACOMA, WA 98402

(Solo felicità duratura, sostenitori fugacità astenersi)”


dando il via a un tam tam mediatico in tutto il paese con risvolti inattesi.
La citta di Seattle fa da sfondo piovoso e un po’ grigio a questa storia toccante e coinvolgente. Seguiremo i ritmi del lavoro in una grossa città con lo scorrere delle giornate, visiteremo posti particolari.

Gli avvenimenti raccontati sembrano non collegati tra loro ma pian piano tutto sarà spiegato e i colpi di scena non mancheranno tenendo viva l’attenzione del lettore.
Sophie è descritta come scontrosa e cinica, all’inizio risulterà  quasi antipatica ma poi scopriremo le sue debolezze e le molte sfumature del suo carattere, ci troveremo a trattenere il fiato con lei, parteciperemo al suo dolore e capiremo le sue reazioni.
Garret, nonostante si sappia che il suo comportamento non sia stato corretto, ispira simpatia da subito. Il suo personaggio cresce pian piano diventando un degno co-protagonista , la sua determinazione nel riconquistare Sophie sarà essenziale per lo sviluppo della storia.
L’autore è abile a tratteggiare i personaggi e a renderli caratteristici, sa dosare bene la presenza degli altri protagonisti spezzando momenti altrimenti un po’ pesanti e tristi.
Troveremo l’amica solare e spensierata Evalynn, la madre adottiva di Sophie : Ellen poliziotta dinamica, dal carattere forte e dalla forte religiosità, l’amico senzatetto Jim amante dei dolci e dal cuore d’oro. Tutti con ruoli più o meno importanti che non si dimenticano grazie alle loro particolarità e alla sapiente descrizione degli stessi.
Si legge volentieri, nonostante ci siano molti momenti toccanti e dolorosi ne troviamo altri che strappano un sorriso rendendo piacevole il tutto.

La scrittura è semplice e lineare, si presta una particolare e accurata attenzione sia ai personaggi che all’ambientazione che raramente ho trovato.
Consigliato alle inguaribili romantiche in cerca di emozioni forti.




valutazione 5

Commenti

Posta un commento