lunedì 28 gennaio 2013

Recensione: Il Diario del Vampiro - Luna Piena di Lisa Jane Smith



Prezzo: € 12,90
E-book: € 4,99
Pagine: 331
Editore: Newton Compton
Genere: Urban Fantasy
Data Pubblicazione: 24 Gennaio

Elena e i suoi amici si trasferiscono al college e con loro come sempre ci sono anche Stefan e Damon... Inizialmente tutto sembra apparire normale, ma in realtà avvengono strane sparizioni e efferati omicidi: quale segreto nasconde il Dalcrest College? Chi o cosa rapisce e uccide gli studenti?

Dopo ben 12 libri ambientati tutti a Fell's Church finalmente Elena e il suo gruppo di amici si trasferiscono al Dalcrest College, ma sembra che lupi mannari e vampiri li seguano ovunque vanno e il desiderio dei protagonisti di avere una vita normale sembra irrealizzabile.
I protagonisti sono sempre gli stessi: Meredith la cacciatrice, Bonnie la strega, Matt, Elena, Stefan e Damon Salvatore i due vampiri... In questo volume compaiono Zander e Ethan: entrambi sono poco caratterizzati e pur avendo un ruolo determinante nella storia restano sempre nell'ombra, sono piatti e quasi inesistenti, di loro non si sa nulla e restano due comparse. 
Elena come sempre è divisa tra i due fratelli Salvatore, come sempre pensa a se stessa e a ciò che vuole, senza tener conto che il suo modo di fare, il prendersi ciò che vuole passando sopra a tutto e tutti può avere delle conseguenze anche dolorose per gli altri.
Bonnie è descritta come una ragazzina paurosa e capricciosa, sempre piagnucolosa e sembra non dover crescere mai; mentre Meredith è qui meglio delineata e come lei anche Matt, i loro personaggi sono infatti quelli meglio caratterizzati e ben definiti: sia Meredith sia Matt maturano molto in questo volume e si presentano al lettore sotto una luce diversa.. Meredith sempre fredda e determinata mostra i suoi lati deboli e la sua umanità, mentre Matt finalmente riesce a smettere di guardare solo Elena, si concentra su se stesso e sule sue capacità, si innamora e appare più saggio.
La storia non coinvolge completamente il lettore, la narrazione scorre lentamente e trattandosi di un romanzo che parla di vampiri e creature sovrannaturali manca totalmente d'azione: pagina dopo pagina il lettore si aspetta un elemento a sorpresa, attende che il registro cambi e vi sia più azione, più tensione, ma in realtà il racconto procede piano, anche quando vengono scoperti i cadaveri del compagno di stanza di Matt prima e dell'amica di Meredith dopo tutto avviene in maniera piatta, non vi è coinvolgimento e i fatti vengono descritti quasi depurati, senza scendere mai nei particolari.
Il lettore ha l'impressione di leggere la storia della vita al College farcita da qualche leggenda metropolitana, per la maggior parte del libro la storia è incentrata sulla neo-storia d'amore di Bonnie, sui problemi di Elena a gestire i fratelli Salvatore e a far chiarezza sui suoi sentimenti, quella che dovrebbe essere la vera trama è marginale, poco approfondita, inconsistente e totalmente trascurata dallo scrittore, che ricordo si tratta di un Ghost Writer e non Lisa Jane Smith...
L'autore ha cercato di creare suspense tentando di portare su una falsa pista il lettore, facendogli credere che i colpevoli fossero altri, ma senza grandi risultati.
Il finale non sorprende, questo perchè lo scorrere lento del racconto e il mancato approfondimento della trama fanno si che il lettore si trascini verso la fine senza aver capito di cosa parla il libro, che appare come un romanzo più che un fantasy paranormale...
Il prossimo volume dovrebbe esser l'ultimo della saga o quanto meno di questo ciclo e mi auguro che sia più movimentato di questo...





valutazione 5



1 commento:

  1. bel videoooooo!! Ian è perfetto nei panni di Damon!!
    io mi sono rifiutata di continuare con i libri!!
    troppo troppo noiosi!!

    RispondiElimina