mercoledì 9 gennaio 2013

Recensione: Sono quello che vuoi di Enrica Aragona



Prezzo: € 11,00
Pagine: 164
Editore: La gru (Collana Cortocircuito)
Genere: Erotico


Laura vive a Roma ha appena lasciato il lavoro che non le piaceva per cercare qualcosa di più stimolante.
Proprio ad un colloquio incontrerà per caso Aleksandar e da quel momento la sua vita non sarà più la stessa. Si ritroverà catapultata in un turbine di sesso selvaggio e umiliazione, desiderio e inganni. Al suo fianco ha il fidanzato Stefano e nonostante sia l'unica persona che le ha dato una stabilità affettiva lo tradirà senza pietà .
Quando ormai si ritroverà sola e succube rAleksandar ne approfitterà per tenerla legata a lui in un gioco di perversione e distruzione sino a raggiungere limiti estremi.


Il romanzo inizia in una Roma sonnolenta e pigra sotto il sole cocente di Agosto. Anche la vita di Laura sembra ormai destinata ad essere tranquilla e ordinaria...
Nasconde talmente bene le sue paure ed insicurezze  anche a se stessa che quando si troverà persa negli occhi neri di Alex non si capaciterà del perchè non riesca a resistergli e a dire di no, crede di essere forte ed indipendente mentre non lo è affatto.
Una vasta gamma di emozioni e sentimenti la caratterizza e la rende umana e fallibile come nella realtà di tutti i giorni. Commetterà errori madornali ma non ce ne stupiremo più di tanto perchè non è difficile identificarsi almeno in parte con lei.
Aleksandar è un coprotagonista sfuggente e misterioso, da bravo seduttore ha mille facce e saprà essere " come tu mi vuoi". Di lui , nonostante sia una presenza costante nel libro, scopriremo ben poco ma quel poco basterà per rendercelo sgradevole.
Stefano è praticamente una figura di sfondo, ama Laura e cerca di essere per lei un'ancora di salvezza, cercherà di starle accanto ma non sarà facile ed il suo ruolo si apprezzerà man mano che si legge il racconto.
Il libro è scritto bene, con un buon uso dei dialoghi, scorre veloce  e fluido ,l'ho letto tutto d'un fiato e mi è piaciuto perchè non è solo sesso e perversione ma molto di più.
Ci sono scene molto forti , alcune passionali altre brutali e con queste l'autrice riesce a catturare l'attenzione del lettore senza però strafare. Gli eventi sembrano entrare in un circolo vizioso, infatti nel momento in cui si spera che tutto vada per il meglio ricomincia l'escalation di perversione e passione sembra quasi non esserci una via d'uscita.
Non temete però in fondo c'è una speranza ma forse non come ve l'aspettate.
Non posso non complimentarmi con Enrica Aragona per questo splendido esordio.





valutazione 5




Nessun commento:

Posta un commento