lunedì 11 marzo 2013

Recensione : L'angelo che portava la morte di Eugenio Nascimbeni



Prezzo: € 13,00 ora in offerta a € 10,00 sul sito Lettere Animate
E-book: € 1,49
Pagine: 189
Editore: Lettere Animate
Genere: Thriller - Giallo


Giorgio Ferrandi, noto scrittore italiano, vola in Sardegna a dare conforto all'anziana zia ricoverata in casa di riposo. Al suo arrivo mai sospetterebbe che quelle che sembrano normali morti di persone anziane sofferenti in realtà siano omicidi premeditati.
Comincierà un indagine personale supportato dalla moglie e dall'amico Gavino direttore della struttura per anziani.
Scaverà nella storia del luogo trovandosi di fronte alle storie delle  "Accabadoras" ovvero persone "misericordiose incaricate di togliere la vita, a persone che soffrivano.


Un buon thriller ambientato ad Alghero in Sardegna.
La cittadina, e l'entroterra di questa splendida isola, fanno da sfondo al romanzo e ne sono anche protagoniste.
La storia è contemporanea e ben costruita, luoghi comuni come case di riposo, ristoranti e rosticcerie danno credibilità al tutto come anche il gruppo di personaggi descritto risulta essere verosimile.
La figura di spicco è sicuramente lo scrittore Giorgio Ferrandi , con pochi tratti l'autore è riuscito a descriverlo abilmente, con tutte le sue ansie e preoccupazioni per l'anziana zia a cui è molto legato.
Troveremo la moglie Marika che lo sosterrà e sarà un suo punto di riferimento e l'amico Gavino per cui prova sentimenti contrastanti.
L'anziana e caparbia zia Angelina non risulta essere una figura pesante o tetra, anzi sarà una presenza a tratti divertente.
Si legge tutto d'un fiato , scorre veloce ed i dialoghi sono ben dosati.
Si sente il lavoro di ricerca  dell'autore circa gli usi e costumi della regione che ha saputo miscelare alla trama senza sbavature o forzature.
Il lettore potrà gustare un buon libro  con una trama degna del giallo più classico.

Lo consiglio caldamente, una piacevole scoperta.




valutazione 5






Nessun commento:

Posta un commento