Recensione: La poesia di Vasco Rossi - Una interpretazione di Antonio Malerba


Prezzo: € 10,00
E-book: Non Disponibile
Pagine: 85
Editore: Zona
Genere: Saggio Filosofico


Quando mi fu proposto questo libro rimasi un pò perplessa oltre ad esser terribilmente scettica, mi sembrava una forzatura metter a confronto Vasco e Nietzsche, ma dopo aver letto il libro mi sono ricreduta.
Malerba analizza attraverso le canzoni di Vasco il senso della vita, mostrandone la poesia che si nasconde nei suoi testi e rivelando una sensibilità ed un realismo che probabilmente da semplice fruitore della musica si tende a dare per scontati.
Probabilmente ci sarà chi leggendo questo libro dirà che chiunque avrebbe potuto dire le stesse cose, che non si può parlare di filosofia o poesia, ma in fondo l'arte non può essere creata in modo del tutto casuale? Bene Vasco ha dato vita alla sua arte, lo ha fatto mettendo in musica le sue esperienze e cercando di trasmettere al suo pubblico la sua visione della vita: una vita disillusa, che spesso prende in giro, amara e perchè no anche un po' "puttana"... Una vita che a volte ci porta via tutto e che spesso ci spinge anche a mettere in discussione noi stessi, il nostro essere e le cose in cui crediamo.
Un viaggio interiore quello che il lettore fa attraverso le canzoni di Vasco e i testi di Nietzsche, un cammino dolce amaro che strappa via il velo dell'illusione e ci riporta con i piedi per terra, che fa riflettere chi legge e che alla fine lascia in qualche modo speranzosi.
Un libro questo che vale sicuramente la pena di leggere, poichè fornisce una visione alternativa della vita e ha il retrogusto del romanticismo delle canzoni del Vasco, che nonostante la loro durezza e il modo crudo di mostrare la realtà riescono a colpire al cuore.
Lo stile di Malerba è impeccabile, preciso, completo ed efficace: i capitoli sono brevi, ma in poche righe l'autore riesce a dare un'idea ben definita del suo pensiero. La lettura è veloce e nonostante vengano a volte usati termini aulici mai pesante o noiosa.
Vi consiglio di leggere questo saggio ascoltando le canzoni del Vasco che vengono qui prese come punto di riferimento, magari sorseggiando una birra fresca e sorridendo alla vita... Abbandonatevi alla lettura e liberatevi di ogni pregiudizio, alla fine della vostra lettura vi sentirete come rinati, come se aveste attraversato il buio per poi ritrovare il sole...



valutazione 5

Commenti