lunedì 2 dicembre 2013

Recensione : Svaniti nel nulla di Tom Perrotta



Prezzo: € 19,00
E-book: € 11,99
Pagine: 352
Editore: Edizioni e/o
Genere: Romanzo thriller


Un giorno all'improvviso spariscono milioni di persone in tutto il mondo. 

Non si sa il perchè e coloro che hanno perso le persone care devono fare i conti con un vuoto incolmabile. 
Alcuni cominciano a parlare di "rapimento biblico" e non tardano a formarsi varie sette e movimenti religiosi .


Nella tranquilla cittadina americana il "rapimento" ha scosso profondamente gli abitanti.

I protagonisti sono i rimasti o sopravvissuti che dir si voglia.
Troveremo Kevin, il sindaco della sonnolenta e provinciale Mappletone. 
Cercherà di dare conforto alle famiglie colpite ritenendosi un uomo fortunato ,tutta la sua famiglia sta bene, ma dovrà fare i conti con l'abbandono da parte di sua moglie Laurie. 
Laurie infatti non si ritiene fortunata, la sua migliore amica ha perso una figlia e lei stessa non riesce ad affrontare la cosa. L'unico cosa che le sembra sensata è di abbandonare la famiglia per unirsi ad una confraternita denominata "I colpevoli Sopravvissuti" il cui scopo è di ricordare a chi è rimasto che la fine è vicina e che non devono dimenticare.
I figli della coppia ne rimarranno sconvolti. 
Tom ,il più grande, che si trova all'università cercherà conforto in una setta fondata da un uomo che ha perso il figlio di pochi anni. Il percorso all'interno di questa organizzazione gli farà rivedere più volte le sue convinzioni deludendolo non poco.
Jill è la più piccola e rimarrà col padre anche se hanno ben poco da dirsi. 
Seguiremo inoltre la vita pubblica di Nora che ha perso marito e due figli nel rapimento. 
Vedremo come si evolverà la sua vita mediatica e quanto è diversa sia la sua vita quotidiana.
Una miriade di personaggi ruoteranno attorno a loro creando uno scenario cupo e triste dove tutti vorrebbero solo cancellare il ricordo di quel giorno e vivere esattamente come prima.
I protagonisti prenderanno spessore mano a mano che la lettura procede ma non riusciremo mai veramente a sentirci coinvolti, vedremo come cercheranno di andare avanti con le loro vite nonostante il dolore, leggeremo di nuovi legami e di vecchi spezzarsi, di sentimenti comuni come gelosia, invidia, rimorso e rabbia.
Il libro scorre veloce e lineare, le storie si intrecciano bene ma c'è sempre sospesa la domanda "perchè alcune persone sono sparite e altre no?".
Un thriller ben congeniato che purtroppo non posso dire travolgente o appassionante ma sicuramente godibile.








valutazione 5




Nessun commento:

Posta un commento