domenica 9 febbraio 2014

Recensione: Potevate anche dirmelo di Enrica Aragona



E-book: € 2,49
Pagine: 140
Editore: Sesat Edizioni
Genere: Narrativa

Elena è una ragazza di trent'anni senza troppe ambizioni. Al lavoro mantiene un basso profilo per andare d'accordo con tutti i colleghi e tiene per se battute e commenti. Si è immedesimata in Elena 1.0 ovvero la versione edulcorata e non troppo sveglia della vera Elena,la versione 2.0, quella che se potesse le canterebbe di santa ragione a tutti ma non può.

Ha da poco dato il ben servito a Paolo che si rivela essere l'apatia fatta persona e l'unica cosa che ottiene è quella di sentirsi sola e di iniziare una guerra con l'ex per l'affidamento del loro cane Perry.
La sua migliore amica Alessia è invece moglie e madre di famiglia ma anche lei se la deve vedere con non pochi problemi.

L'autrice crea un romanzo dove la protagonista è una ragazza decisamente asociale.
Elena accusa l'ex compagno di essere apatico ma lei stessa  si adagia su una rodata routine e è decisamente assente di aspirazioni e di ambizioni. 
Il lavoro non le piace, schiva la madre più che può e la sua amica Alessia ,che non riesce a liberarsi di quel marito nullafacente, la irrita da morire. 
Il tutto è visto e raccontato con cinismo e disincanto, per fortuna non cade nell'autocommiserazione e non cerca di impietosire nessuno.
Leggeremo anche di altri personaggi perfettamente inseribili nel nostro quotidiano. 
La collega odiosa, la capa a cui daresti volentieri una badilata in fronte, l'amico-collega-confidente con cui sparlare, l'amica del cuore che critichiamo ma di cui non possiamo far a meno e per finire l'ex storico di cui ci si libera e nonostante tutto se ne sente la mancanza.
Il lessico è corrente e attinge da vari dialetti e modi di dire rendendolo colloquiale e contemporaneo.
La trama scorre veloce e fluida, non è originale o estremamente coinvolgente ma sicuramente godibile. 
Una bella prova per il suo romanzo di Enrica e sono felice di averli potuti leggere e recensire entrambi.



valutazione 5




2 commenti:

  1. Ti dico la verità: a pelle, e guardando la copertina non è un libro che mi attira. Però la tua recensione me lo ha reso gradevole... Ci faccio un pensierino anche se ho un lungo elenco di libri in attesa.

    RispondiElimina
  2. è una lettura spensierata, mette il buon umore ;)

    RispondiElimina