domenica 30 marzo 2014

Recensione: Vintage Dream di Erica Stephens



Prezzo: € 16,40
E-book: € 9,99
Pagine: 368
Editore: Garzanti
Genere: Romanzo

Amanda ha da sempre avuto la passione per le cose del passato e non appena ha potuto ha aperto un negozio vintage: qui chi entra ha la possibilità di trovare vecchi abiti di inizio 900, scarpe e borse... Un giorno dentro un vecchio manicotto di pelliccia Amanda trova un vecchio diario appartenuto ad una ragazza vissuta nel 1907 e inizia a leggerlo appassionandosi alla storia di Olivia e delle sue amiche...

Finalmente un libro con una trama nuova, che regala al lettore un pò di respiro e prende le distanze dai soliti libri che oramai riempiono gli scaffali delle librerie!
Vintage Dream narra la storia di due grandi donne Amanda, che vive nel 2007 ed Olive, la cui vita si svolge nel lontano 1907: due vite 100 anni di differenza, esperienze diverse che mettono alla prova la forza e la determinazione delle due protagoniste, che pur essendo vissute in due epoche così diverse hanno molto in comune e sono davvero "vicine".
Amanda è una donna che sa bene cosa vuole fare della sua vita, anche se sentimentalmente è una frana, incapace di liberarsi dell'uomo di cui è l'amante. Una donna però che quando finalmente riesce a riprendere in mano la sua vita lotta per se stessa e per il suo grande sogno: il suo negozio vintage!
Olive è una ragazza che all'improvviso si ritrova a dover affrontare la vita da sola, trovandosi davanti a mille difficoltà solo per il fatto di esser donna.
Il libro è diviso in piccoli capitoli che alternano il racconto di Amanda e quello di Olive: ho trovato molto piacevole questo modo di narrare la storia, poichè permette al lettore non solo di "entrare" meglio nel vivo della storia, ma gli da l'opportunità di mettere a confronto due realtà tanto diverse.
La storia di Olive è sicuramente molto più avvincente e coinvolgente e mostra come erano costrette a vivere le donne all'inizio del 900, quali soprusi erano costrette a sopportare e in che modo squallido venivano trattate da molti uomini. Leggere in che modo vergognoso venivano trattate le donne e lo sfruttamento che subivano sul lavoro ha scatenato mille emozioni e ha fatto si che mi appassionassi ancor di più alla storia di Olive!
I vari personaggi che il lettore incontra pagina dopo pagina vengono descritti con cura, dando così un'immagine chiara, completa e ben definita di ciascuno: la Stephens ha la capacità di rendere ciò che scrive vivo, reale e lo fa scorrere davanti agli occhi del lettore come un film...
La storia non risulta mai noiosa ed è una continua scoperta, l'attenzione e la curiosità del lettore vengono mantenute sempre molto alte e il ritmo con cui vengono narrati gli avvenimenti fa si che sia impossibile distrarsi un attimo. Il finale, così come molti degli avvenimenti narrati, lascia chi legge senza parole e regala non solo un sorriso, ma ahimè anche qualche lacrima!
Lo stile di questa autrice e il linguaggio usato rendono questo libro perfetto: impossibile staccare gli occhi dal libro, il lettore viene rapito e vive ogni istante insieme alle protagoniste di questa splendida storia! Vintage Dream è come uno di quei dolci che al primo assaggio risvegliano i sensi e fanno venir voglia di averne ancora: una droga piacevole che fa rilassare chi legge e gli permette di alienarsi per qualche ora dimenticando lo stress della vita quotidiana.
Un libro che consiglio a tutti e che son convinta non vi deluderà affatto!




valutazione 5

6 commenti:

  1. è già nella mia WL e sembra davvero carino ^_^ bella recensione :)

    RispondiElimina
  2. Conoscevo questo libro ed ero molto indecisa se leggerlo o meno...ma la ta recensione mi ha convinto :) lo aggiungo alla WL! Buona giornata Maria

    RispondiElimina
  3. ci farò un pensierino, la trama sembra carina e la tua recensione è incoraggiante!! :=)

    RispondiElimina
  4. http://rosewoodabbey.blogspot.it/
    VISITATE IL NOSTRO NEONATO BLOG SULLA LETTERATURA

    RispondiElimina
  5. Anche a me è piaciuto molto e come ho scritto anche su anobi, lo trovo adorabile, ma ci sono alcuni nodi non sciolti alla fine... Mi piacerebbe ci fosse un continuo!!!

    RispondiElimina
  6. Non lo conoscevo....lo prendo in considerazione :)

    RispondiElimina