martedì 27 maggio 2014

Recensione: Quando il Diavolo mi ha preso per mano di April Genevieve Tucholke



Prezzo: € 16,00
Pagine: 276
Editore: Piemme Freeway
Genere: Fantasy

Non succede mai nulla ad Echo e la vita di Violet scorre lenta e senza troppe emozioni... Finoa quando in paese non arriva un ragazzo nuovo: River West! River prende in affitto la dependance della casa di Violet e dal suo arrivo in paese iniziano a succedere cose strane... Chi è River? Perché si è trasferito a Echo e soprattutto... è lui il Diavolo di cui la nonna di Violet parlava?

Ho apprezzato molto la trama di questo libro, per nulla scontata e soprattutto nuova, lontana dalle solite storie paranormali, certo come sempre si parla di poteri paranormali, ma nulla a che vedere con quello letto fino ad ora!
I veri protagonisti di questo libro sono Violet e River, a cui andando avanti nella lettura si affiancano altre figure, che inizialmente sembrano poco importanti, ma che in realtà hanno un ruolo ben preciso in tutta la storia.
Violet non è la classica protagonista che si ama, anzi a tratti la si detesta proprio eppure riesce impossibile appassionarsi alla sua storia e alla fine ci si affeziona... È una ragazza strana, intelligente, a volte un pò snob, ma sa essere molto dolce e soprattutto è forte e caparbia. 
River è il classico bello e misterioso, io personalmente l'ho odiato: bugiardo, doppiogiochista, manipolatore e nonostante ciò fa anche pena, si ha voglia di proteggerlo e in qualche modo si spera che si "salvi"!
Un altro personaggio che mi è piaciuto molto, ma che ahimè non viene per nulla approfondito è il piccolo Jack, un ragazzino dall'aria troppo adulta e che porta dentro di sè un grande dolore...
Gli altri personaggi sono poco delineati, alcuni sono come dei disegni appena tratteggiati, che vengono utilizzati come contorno e personalmente avrei preferito che Luke, il gemello di Violet, e il fratello di River fossero più marcati come personaggi e che venisse approfondita la loro storia.
Quando il diavolo mi ha preso per mano è un libro davvero molto particolare, che alterna momenti romantici e a tratti molto hot a scene horror: tutto è mischiato in maniera equilibrata e rende la lettura ipnotica e il lettore difficilmente si annoia.
Molti i colpi di scena che in maniera del tutto inaspettata "colpiscono" il lettore, tantissimi anche i momenti carichi di suspense e difficilmente il lettore riesce a intuire cosa sta succedendo e spesso viene tratto in inganno trovandosi a pensare "tanto sarà sicuramente così" per poi scoprire di non aver capito nulla!
L'autrice è stata capace di dar vita ad una storia non solo originale, ma anche avvincente e coinvolgente, che riesce a non annoiare e soprattutto, come per magia, fa volare il tempo in un batter d'ali...
Verso la fine vengono date al lettore molte informazioni, forse troppe, sulla famiglia di Violet, di River e del piccolo Jack e ciò lascia molte domande nel lettore che non può far altro che sperare che tutto venga svelato nel prossimo libro!
Questo è un libro che consiglio caldamente e che reputo adatto come lettura estiva da assaporare al fresco sotto l'ombrellone!




valutazione 5

2 commenti:

  1. Io lo avevo recensito 3/5, non mi era sembrato nulla di speciale. Però mi fa piacere vedere che ci sono pareri anche positivi come il tuo

    RispondiElimina
  2. Il gusto è soggettivo :) Non è male anche se in molti non lo hanno apprezzato... Io l'ho trovato una lettura piacevole

    RispondiElimina