venerdì 6 giugno 2014

Recensione [Anteprima]: Lascia che sia felice di Hannah Beckerman



Prezzo: € 16,90
Pagine: 372
Editore: Sperling&Kupfer
Genere: Romanzo
Data Pubblicazione: 17 Giugno

All'improvviso e senza alcun sospetto una sera il cuore di Rachel smette di battere, strappandola al marito e alla sua bimba di 6 anni... Dopo la morte Rachel si ritrova sospesa tra il mondo dei vivi e quello dei morti e diviene spettatrice della vita delle persone che ama: non sarà facile per lei vedere il loro dolore e sarà ancor più difficile accettare che per chi resta la vita va avanti!

Lascia che sia felice è un libro con una trama molto particolare, assai difficile da "buttar giù" poichè tratta un argomento davvero molto particolare e affronta temi reali, oltre a metter nero su bianco le paure e i dubbi di tutti noi!
Un libro che bisogna leggere a piccole dosi e che sa arrivare dritto al cuore del lettore, coinvolgendolo totalmente dall'inizio alla fine!
I protagonisti di questa storia sono Rachel, suo marito Max e la loro bimba Ellie: ognuno di loro vive in maniera differente la morte di Rachel e pagina dopo pagina il lettore impara a conoscere ognuno di loro.
Oltre ai tre protagonisti principali vengono presentati altri personaggi, alcuni meglio approfonditi come Celia, la mamma di Rachel, o Harriet, la sua migliore amica o ancora Eva, la donna che piano piano diventerà parte della vita di Max ed Ellie.
La storia è raccontata da Rachel ed è attraverso i suoi occhi che il lettore "osserva" le vite dei vari protagonisti. Rachel riesce a suscitare nel lettore emozioni contrastanti, non si entra subito in sintonia con lei, ma nello stesso tempo le sue domande e i suoi dubbi si insinuano nel lettore, che finisce per chiedersi cosa farebbe al suo posto... Tutti o almeno la maggior parte di noi pensando alla morte dice che spera che le persone che ama possano esser felici e rifarsi una vita, ma è davvero così? E se come Rachel ci ritrovassimo sospesi a guardare la persona che amiamo re-innamorarsi? Come ci sentiremmo vedendo che la vita va avanti e noi non possiamo esser là a condividere gioie e dolori con le persone che più abbiamo amato? Ed è proprio così che si sente Rachel, che a volte può sembrare egoista, ma che in realtà ha solo paura... 
Max è un uomo forte, che si ritrova a crescere da solo una bimba di 7 anni e deve imparare ad ascoltarne i silenzi, nei quali si nasconde tantissimo dolore! Un personaggio combattuto tra ciò che desidera e quello che è meglio fare... Max, Rachel ed Ellie sono tre personaggi in continua crescita, che nel momento in cui le loro vite vengono distrutte dal dolore inizia un percorso che li porterà ad un'evoluzione, affrontando nell'arco di due anni scelte difficili.
Ci sono stati momenti durante la lettura che avrei preso a sberle Celia e Harriet, rispettivamente mamma e migliore amica di Rachel: i loro personaggi sono particolari e non suscitano certa simpatia nel lettore, anzi ci sono momenti in cui le si detesta proprio! 
Il libro è suddiviso in  Choc, Negazione, Rabbia, Contrattazione, Depressione, Sperimentazione e Accettazione: un percorso in cui il lettore accompagna i protagonisti attraverso le varie fasi del lutto e vive con loro il dolore. Pagina dopo pagina Rachel accompagna il lettore dentro le vite dei suoi familiari e nello stesso tempo riflette con lui su se stessa e su come sta affrontando ciò che le è accaduto.
Fin dall'inizio il coinvolgimento emotivo è molto forte, impossibile non entrare subito in sintonia con i protagonisti ed è impossibile non pensare nemmeno una volta cosa faremmo noi al loro posto.
La Beckerman ha la capacità di arrivare dritta al cuore del lettore e riesce a scatenare mille emozioni in chi legge: il coinvolgimento è totale e non è difficile ritrovarsi con un nodo in gola e la voglia di piangere, soprattutto perchè il dolore provato dai protagonisti è molto forte e sembra uscire dalle pagine per circondare il lettore.
Un libro come ho già detto non semplice, ma molto bello e che riesce a donare molto: la lettura non è mai noiosa o scontata e se non fosse per i momenti molto tristi lo si riuscirebbe a leggere in un paio di giorni, ma purtroppo la trama non lo consente e la curiosità su come andranno avanti le vite dei protagonisti cresce pagina dopo pagina.
Lascia che sia felice è la storia di un grande amore e di un grande gesto d'amore... Un libro che vi lascerà un segno indelebile e, nonostante le lacrime che farà nascere dai vostri occhi, son sicura che lo amerete dall'inizio alla fine!




valutazione 5

Nessun commento:

Posta un commento