sabato 18 ottobre 2014

Recensione: Il primo ultimo bacio di Ali Harris


Prezzo: € 16,60
E-book: € 9,99
Pagine: 492
Editore: Editrice Nord
Genere: Romanzo


Molly e Ryan si conoscono fin da ragazzi, per anni si sono inseguiti, rincorsi e alla fine finalmente si sono trovati. La loro agli occhi di tutti sembrava la storia d'amore perfetta, nessuno avrebbe sospettato che alla fine non sarebbero invecchiati insieme ed ora dopo 5 anni di matrimonio Molly si ritrova a inscatolare tutti i ricordi e nel farlo rivive ogni istante con Ryan...


Ho avuto un rapporto molto conflittuale con questo libro... Ho iniziato a leggerlo a Giugno, poi ho deciso di metterlo da parte e dedicarmi ad altre letture. Ogni tanto il pensiero tornava a quel libro abbandonato e mi dicevo che dovevo leggerlo, che dovevo dargli una possibilità, ma non riuscivo proprio ad amarne la protagonista e mi irritava leggere di lei, ma alla fine mi son decisa e son felice di non averlo abbandonato per sempre...
L'autrice ha deciso di narrare la storia di Molly e Ryan andando avanti e indietro nel tempo, interrompendo il flusso di ricordi con stralci di presente, un presente in cui Molly si sta preparando a traslocare e a lasciarsi per sempre alle spalle il passato.
Tutto viene raccontato da Molly, sono suoi i ricordi di cui il lettore diviene spettatore e ogni vicenda la si vive come l'ha vissuta lei e se ne conosce solo ed unicamente il suo punto di vista.
Inizialmente i continui sbalzi temporali mi hanno creato qualche problema, continuavo a fare avanti e indietro per rileggere le date e qualche volta mi sono persa tra i ricordi di Molly!
La storia ruota intorno a Molly e Ryan: lei è una ragazzina molto egocentrica, incapace di mettersi nei panni degli altri e che pensa solo alle sue esigenze, cercando di manipolare tutto affinché ogni cosa accada o venga fatta come è meglio per lei.
Ryan è un ragazzo fuori dal comune, bellissimo, dolcissimo, romantico e a volte quasi irreale: fin dall'inizio ci si ritrova schierati al suo fianco e fino all'ultimo si fa il tifo per lui.
Intorno a Ryan e Molly ruotano le rispettive famiglie: i Cooper e i Carter, due famiglie totalmente diverse, ma che riescono in qualche modo a trovare il loro equilibrio... I Cooper, la famiglia di Ryan, sono sicuramente molto particolari, eccentrici, affettuosi ed estroversi; i Carter sono invece chiusi, raramente si lasciano andare a manifestazioni d'affetto, sono rigidi e introversi.
Vi sono poi le due amiche del cuore di Molly: Casey, l'amica di scuola, quella con cui condivide tutto.. Una ragazzina che non ha mai avuto amore dalla famiglia e una volta adulta si ritrova ad elemosinarlo da chiunque, svalutandosi e anche commettendo grossi errori: non ho amato per nulla questo personaggio, l'ho trovato molto infantile e come Molly egocentrico, ma Casey è anche un essere invidioso e soprattutto terribilmente insicuro e proprio per questo spesso non riesce a guardare oltre il suo naso!
Mia è la compagna universitaria di Molly, lei ha un carattere più pacato,apparentemente sembra molto seria, ma in realtà alla fine si svela una ragazza che ama divertirsi, che sa ciò che vuole e soprattutto che è molto sicura di sé!
I personaggi di Molly e Ryan sono quelli meglio descritti e a cui l'autrice ha donato dei caratteri forti, combattivi e degni di un lieto fine, anche se in realtà non ci sarà mai.
Il primo ultimo bacio non è una semplice storia d'amore, è una storia che parla di cose reali, che possono capitare a tutti, ma soprattutto è un viaggio interiore della protagonista, che rivive ogni singolo istante della sua vita con Ryan e facendolo si domanda come sarebbero andate le cose se avesse fatto scelte differenti e meno egoistiche e soprattutto come si sarebbe comportata se avesse saputo in anticipo che alla fine Ryan l'avrebbe abbandonata.
Per metà libro mi son ritrovata a detestare Molly e a domandarmi dove volesse arrivare la Harris raccontando in maniera anacronistica la vita della protagonista e la sua storia d'amore con il vecchio compagno di scuola, poi però il racconto si è trasformato ed è diventato drammatico, ma soprattutto mi son resa conto che proprio quel saltare avanti e indietro nel tempo mi aveva portato non solo ad affezionarmi ai protagonisti, ma a sentirli più reali e più vicini.
La seconda metà del libro rende consapevole il lettore che pagina dopo pagina la storia di  Molly e Ryan gli entrata dentro, lo ha colpito al cuore e che dopo averlo sedotto con la promessa di un amore grande e romantico verrà abbandonato e si sentirà come se il suo cuore venisse colpito a morte e fatto in mille pezzi.
Per tutta la seconda metà del libro ho pianto e se inizialmente ho trovato faticosa la lettura piano piano mi sono ritrovata desiderosa di andare avanti, di sapere come sarebbe andata a finire, di capire perché alla fine non c'è stato il "e vissero felici e contenti"...
La Harris riesce con il suo stile semplice ad arrivare dritto al cuore del lettore, a farlo sentire uno di famiglia accanto ai protagonisti e se all'inizio la lettura sembra noiosa e inconcludente piano piano si viene rapiti, non ci si rende conto che pagina dopo pagina si viene sedotti e conquistati, come drogati a piccole dosi per arrivare alla fine sfiniti, svuotati e in preda ad una tristezza dovuta alla consapevolezza che in fondo ciò che è successo a Molly e Ryan è la triste e cruda realtà e che la vita non è tutta rose e fiori, non è un'interminabile discesa e soprattutto nessuno ci dice che non sarà facile!
Quante volte ci sentiamo dire di non dare nulla per scontato o di vivere intensamente perché del domani non c'è certezza? Sembra banale eppure la Harris con Il primo ultimo bacio ribadisce proprio questi concetti e fa dire a Molly una cosa bellissima: "Perché nessuno mi ha avvisato che ogni bacio è un passo verso l’addio? Solo ora mi rendo conto che i baci sono come granelli di sabbia che scivolano inesorabilmente tra le dita. Si può fermare la clessidra? Come fare in modo che un bacio duri una vita?"
Ebbene si, alla fine sono stata conquistata da questo libro, mi ha fatto piangere tantissimo e quando sono arrivata alla fine l'ho chiuso, mi sono alzata e sono andata a baciare mio marito e il mio bambino...





valutazione 5

1 commento:

  1. Possibile che recensisci sempre libri che mi ispirano tantissimo? Basta, voglio la tua libreria ahahahah

    RispondiElimina