Recensione: Il tuo meraviglioso silenzio di Katja Millay



Prezzo: 14,90 €
E-book: € 6,99
Pagine: 420
Editore: Mondadori Chrysalide
Genere: Romanzo

Nastya ha quasi 18 anni, un tempo era una pianista affermata poi qualcosa è cambiato: la ragazza che era è morta 3 anni prima, la sua mano sinistra non può più suonare e lei ha smesso di parlare, portando dentro di sé il peso di un segreto che le lacera l'anima...
Josh ha imparato a convivere con il dolore e a dire addio a tutte le persone che ama, intorno a lui è come se vi fosse un confine che lo separa dagli altri tenendolo all'interno della sua personale Zona Morta...
Nastya e Josh sono destinati a incontrarsi e a salvarsi a vicenda, ma riusciranno davvero a superare tutto il dolore che entrambi custodiscono nei loro cuori?

La cover di questo romanzo mi aveva tratto in inganno e nonostante avessi letto la trama inizialmente non ero molto convinta a leggerlo, poi però ho pensato che non si dovrebbe mai giudicare un libro dalla copertina e sono veramente contenta di averlo letto, perchè era davvero da molto tempo che non mi capitava di avere tra le mani un libro così bello!
La trama di questo romanzo è molto realistica, parla di cose che accadono continuamente, che fanno parte della vita quotidiana e che anche se non ci toccano da vicino le conosciamo e tutto ciò porta il lettore a sentirsi maggiormente coinvolto.
I protagonisti principali sono Nastya e Josh, due ragazzi che hanno dovuto affrontare prove difficili e a cui la vita sembra aver tolto tutto... Nastya è come un involucro vuoto, si sente rotta, finita, morta e vive chiusa in se stessa, vuole tenere il resto del mondo fuori dalla sua vita, ma fin da subito si ha l'impressione che aspetti solo di esser salvata.
Josh ha perso tutto, la vita gli ha strappato ogni persona cara e sembra che il dolore non lo possa più sfiorare. Potrebbe sembrare che anche lui abbia bisogno di esser salvato, ma in realtà ha solo bisogno di un unico motivo per credere ancora in questa vita che gli ha voltato le spalle...
Coprotagonista è il migliore amico di Josh, Drew, un ragazzo che si nasconde dietro l'aria di don Giovanni senza cuore, ma che in realtà possiede un animo gentile e ha la capacità di capire le persone e di vedere oltre ciò che mostrano.
Nastya e Josh imparano a conoscersi un poco alla volta, senza fretta, inizialmente quasi non sopportandosi nonostante siano due anime affini, che conoscono bene la morte e la sofferenza. Piano piano i due protagonisti si avvicinano, si scoprono, si rivalutano e come loro anche il lettore gli si avvicina in punta di piedi, imparando a conoscerli a distanza.
La storia viene narrata alternando il punto di vista dei due protagonisti, i dialoghi sono pochi e la maggior parte delle informazioni ricevute dal lettore arrivano dai pensieri di Nastya o Josh. 
Ho trovato interessante vivere il racconto attraverso entrambi i protagonisti e credo che questo dia al lettore la possibilità di comprendere meglio la storia, di sentirsene parte e di avere il tempo per capire meglio i vari personaggi.
La Millay ha inoltre deciso di far conoscere quasi subito qual è la causa delle sofferenze di Josh, mentre ha mantenuto un alone di "mistero" su ciò che ha portato Nastya a non parlare per 452 giorni, a cambiare il suo look e il suo nome. 
Il non sapere cosa sia successo alla protagonista, il poterlo immaginare e non avere certezze in merito aumenta la voglia di andare avanti nella lettura, stimola la curiosità del lettore e mantiene alta l'attenzione.
Nonostante gli argomenti trattati siano alquanto drammatici non mancano battute sarcastiche, ironia e momenti di puro romanticismo: un cocktail perfetto che rende questo romanzo piacevole e per nulla noioso o troppo pesante, inoltre la storia d'amore non è la vera protagonista, ma solo un piccolo contorno, una sfumatura rosa che rende più dolce il racconto: alla fine ciò che tiene insieme i protagonisti è il loro aver bisogno di trovare una speranza, riuscire a scoprire che vale ancora la pena vivere e lottare per qualcosa e che nulla è perduto, sapere che ce la si può fare a superare tutto.
Il tuo meraviglioso silenzio è il racconto del viaggio interiore dei protagonisti, che percorrono le loro vite ricostruendo ciò che è stato distrutto per rinascere dalle macerie.
Un libro da leggere con calma, da assaporare, da svelare senza fretta lasciandosi coinvolgere dai protagonisti e innamorarsi insieme a loro, una storia che vi farà commuovere, arrabbiare e alla fine vi farà sorridere e soprattutto vi farà sperare ancora...





valutazione 5

Commenti

  1. Stupendo! L'ho letteralmente divorato nel giro di pochi giorni!
    Adoro le storie d'amore con un pizzico di mistero invece che le solite, spesso banali.
    Proprio per questo non riuscivo a fermarmi, dovevo assolutamente conoscere tutta la storia di Nastya!!
    Lo consiglio assolutamente a tutte! =)

    RispondiElimina

Posta un commento