sabato 28 febbraio 2015

Recensione: Origin di J. L. Armentrout


Prezzo: € 12,00
E-book: € 6,99
Pagine: 400
Editore: Giunti Y
Genere: Paranormal Romance - YA

Katy è stata catturata da Dedalo e Daemon è disposto a tutto pur di riuscire a liberarla...
Durante la prigionia Katy viene torturata, esaminata e obbligata a esser spietata, ma nello stesso tempo Dedalo cerca di dimostrarle che i veri cattivi sono i Luxen!
Quando finalmente Daemon riesce ad arrivare da lei lui e Katy scoprono non solo quanto sono spietati gli agenti di Dedalo, ma anche che nascondono quelli che chiamano Origin e di cui nessuno ha mai sentito parlare...


Ancora una volta la Armentrout riesce a stupire con i suoi libri e nonostante Origin sia già il terzo volume della serie Lux (senza considerare il prequel) la trama e i personaggi continuano a tener alta l'attenzione del lettore.
La storia riprende più o meno da dove si era interrotto Opal: Katy è in mano a Dedalo e Daemon è disperato e pronto a tutto per riprendersela. Inizialmente sembra che tutti i Luxen abbiano abbandonato Katy e Daemon, ma andando avanti nella lettura ci si accorgerà che non sempre tutto è come sembra!
In questo nuovo volume ritroviamo molti dei vecchi personaggi e ne vengono introdotti alcuni nuovi, che fin dall'inizio si fanno amare dal lettore: Luc, un ragazzino misterioso, ironico, a volte arrogante, ma anche simpaticissimo, il classico personaggio che si ama da subito! Poi c'é Archer, anche lui molto misterioso, di poche parole, ma che sa come conquistare con la sua ironia e un pizzico di dolcezza che ogni tanto lascia affiorare.
La prima parte del libro è tutta incentrata su Katy prigioniera di Dedalo e in seguito sull'arrivo di Daemon e di come i due devono affrontare i ricatti e le torture a cui gli agenti governativi li sottopongono: leggere degli esperimenti che vengono compiuti e del modo in cui trattano gli ibridi fa crescere la rabbia nel lettore, perché anche se si tratta solamente di un libro e di pura fantasia è impossibile non pensare che probabilmente in nome della scienza certe cose verrebbero fatte veramente e che in passato il diverso è stato trattato come un esperimento da studiare e vivisezionare.
Man mano che la lettura procede la trama si fa sempre più avvincente e intricata, vengono svelati alcuni segreti riguardanti sia Dedalo sia i Luxen e tutto inizia ad apparire più chiaro agli occhi del lettore, che si ritrova ad avere molte risposte alle tante domande sorte con i primi libri.
La storia è raccontata come sempre dal punto di vista di Katy e da quello di Daemon e questo da modo al lettore di entrare maggiormente in sintonia con i due protagonisti e soprattutto di capire meglio gli avvenimenti.
Come sempre l'autrice gioca molto sul fatto che nulla è mai come appare e lo riesce a fare con grande maestria, lasciando il lettore a bocca aperta, sorprendendolo e naturalmente nulla appare mai scontato o facilmente intuibile.
I colpi di scena sono innumerevoli, la tensione è altissima e la Armentrout con il suo stile semplice, ma sempre sorprendente, riesce a far si che il lettore non si annoi mai e alcuni avvenimenti verso la fine del libro non solo tolgono il fiato, ma colpiscono dritti al cuore lasciando in chi legge un senso di vuoto.
Immancabili i dialoghi ironici e taglienti tipici di Katy e Daemon, a cui si aggiungono le risposte al vetriolo di Archer e le battute di Luc: impossibile non ritrovarsi a sorridere ad ogni battuta!
Unica piccola nota negativa di Origin è il cambiamento di Daemon, che da classico ragazzo misterioso e tutto d'un pezzo diventa qui eccessivamente dolce e romantico ed è anche il motivo per cui non mi sento di dare un 5 pieno, ma tranquilli perché nonostante ciò anche questo nuovo volume della serie Lux è un piccolo diamante: una lettura piacevole, dove azione, romanticismo e comicità son ben bilanciati e danno vita ad una storia avvincente ed emozionante. 
Se state cercando una lettura leggera, veloce ma anche emozionante allora questo è il libro che fa per voi!


valutazione 5

Nessun commento:

Posta un commento