martedì 17 marzo 2015

Dimenticati sullo Scaffale [Recensione]: L'uomo che vorrei di Kerstin Gier




Prezzo: € 14,90
E-book: € 9,99
Pagine: 246
Editore: Corbaccio
Genere: Romanzo 



Kati e Felix, sono sposati da cinque anni e lei comincia a risentire della quotidianità che le farà chiedere: «Sarà veramente una bella idea, quella di invecchiare insieme?»
Quando incontra Mathias e se ne invaghisce, tanto da pensare a una relazione extraconiugale, la sua vita così diventa molto più complicata.
In questo vorticare di eventi, scivola in stazione cadendo sui binari, finirà in ospedale in coma e quando si risveglia… si troverà indietro nel tempo di cinque anni, esattamente il giorno in cui avrebbe dovuto conoscere il suo futuro marito.
Kati a questo punto pensa di avere una seconda chance e decide di giocare il tutto per tutto per dare una nuova impronta alla sua vita.
Questa volta farà la scelta giusta…


Una Colonia distratta e frenetica fa da sfondo alla vita super impegnata di Kati e Felix.
La protagonista si sente trascurata e la monotonia della vita coniugale ormai le va stretta.
L'autrice all'inizio del libro non cerca minimamente di renderla simpatica o creare nel lettore un'empatia con lei anzi proprio non ci si crede che pensi ad una relazione extraconiugale con il belloccio di turno Mathias anche se il marito è un po' troppo "rilassato"
Felix infatti è talmente estraniato che non si rende conto del disagio della moglie e nonostante sia dolce ed innamorato verrebbe voglia di dargli una bella scrollata.
Mathias è il belloccio tutta apparenza e poca sostanza, ma le aspettative su di lui erano troppo alte e falsate dalla visione "rosea" di Kati.
Non mancano personaggi caratteristici, e a tratti ridicoli, molto vicini agli amici e colleghi che ci ritroviamo nella quotidianità.
La trama non è originale ma è ben strutturata e non mancano i momenti esilaranti, i personaggi son ben definiti e quelli secondari aiutano molto a dare un tono leggero invogliando il lettore a leggere il libro per sapere come andrà a finire.
Il tema trattato è decisamente attuale e ,nella società moderna, il vivere felice e contenti "per sempre" sembra solo pura utopia perchè spaventati dalla quotidianità ed eventuale monotona routine.
Lo consiglio alle romantiche ma non troppo, a coloro che vogliono evadere per un po' con una lettura leggera e divertente.





valutazione 5

Nessun commento:

Posta un commento