lunedì 6 aprile 2015

Dimenticati sullo Scaffale [Recensione]: Finché le stelle saranno in cielo di Kristin Harmel


Prezzo: € 16,40
Ebook: €  6,99
Pagine: 356
Editore: Garzanti
Genere: Romanzo


Hope ha 37 anni, il suo matrimonio è naufragato, sua figlia ha innalzato un muro tra di loro, sta per perdere la pasticceria di famiglia, non ha mai creduto nell'amore e sua nonna ha l'alzheimer... Tutto sembra andare a rotoli, la sua vita le appare un grande immenso fallimento, ma un giorno sua nonna sembra aver riacquistato lucidità e le consegna una lista di nome, dei soldi e le chiede di andare a Parigi per scoprire che fine hanno fatto i suoi familiari. Per Hope inizia una grande avventura che la porterà a riscoprire l'amore e a conoscere la storia della sua famiglia...


Finché le stelle saranno in cielo racconta la storia di un grande dolore, della perdita a causa della guerra delle persone care, ma narra anche di un grande amore e di speranza, ma è anche un viaggio nei ricordi e nel cuore dei suoi protagonisti.
I personaggi principali sono Rose, Hope e Annie: tre donne, tre generazioni e tre modi diversi di guardare il mondo e l'amore... 
Ogni singolo personaggio è ben caratterizzato, ognuno ha qualcosa da raccontare e a ognuno è affidato un ruolo ben preciso ed anche i dolci della pasticceria di famiglia ora gestita da Hope hanno un ruolo fondamentale nella storia.
Rose è una donna anziana che dopo la fine della seconda guerra mondiale ha chiuso il suo cuore e involontariamente ha condizionato la vita della figlia e di sua nipote Hope.
Hope è il personaggio principale, quello che più di altri fa un viaggio interiore che la porterà a capire meglio se stessa, che la aiuterà a credere ancora nell'amore e nella felicità e la spronerà a lottare per tutto ciò che ama.
Annie è la figlia dodicenne di Hope, una ragazzina arrabbiata con il mondo, ha un carattere forte e il suo grande amore per la bisnonna spingerà la madre a riportare alla luce il passato dell'anziana Rose.
Non meno importanti sono i personaggi secondari, che quando fanno la loro comparsa forniscono al lettore informazioni sulla vita delle protagoniste e che proprio con i loro racconti aiutano Hope ha trovare la speranza nell'amore.
Le ambientazioni hanno un qualcosa di magico, soprattutto quando Hope inizia la sua ricerca della famiglia di Rose e si ritrova a girare per i luoghi che lei credeva facessero parte di una favola che la nonna le raccontava prima di dormire, ma che scopre in realtà essere le zone di Parigi in cui Rose ha incontrato il suo vero amore: un tocco di puro romanticismo quello di far diventare i propri ricordi una favola prima per la propria figlia e poi per la nipote in modo da parlar loro di un principe azzurro che ha avuto un ruolo importante nelle loro vite!
All'inizio la storia parte un pochino lenta, ma non risulta comunque noiosa anche perchè introduce il lettore nella vita di Hope, in modo da conoscere meglio lei, Annie e naturalmente Rose: tutto viene descritto minuziosamente, si riesce così ad entrare subito in contatto con i personaggi e le loro storie personali.
I capitoli riguardanti Rose sono spesso introdotti dalle ricette di alcuni dolci tipici della pasticceria di famiglia, questo perché proprio i dolci hanno un ruolo importante: le tortine Stella ad esempio racchiudono la promessa dell'amore eterno tra Rose e Jacob "Ti amerò finché le stelle saranno in cielo", quelle stelle che Rose guarda in cerca delle persone che ama e che non ci sono più... Ogni dolcetto racchiude in sé una storia e il loro profumo riporta alla memoria dei ricordi: ogni volta che Hope, e Rose prima di lei, prepara un dolce inconsapevolmente tiene in vita i ricordi di un passato a lei sconosciuto e lontano.
La lettura è piacevole e scorre velocemente, i fatti sono raccontati in modo da destare la curiosità del lettore e le informazioni necessarie a capire meglio la storia vengono dosate con cura, in modo da far crescere la voglia di andare avanti con la lettura e mantenere alta l'attenzione del lettore.
L'autrice ha eseguito un lavoro di ricerca accurato, basando la sua storia su fatti storici veramente accaduti e dando vita ad una storia che racchiude in sé il gusto amaro della realtà.
Il finale forse è un pochino scontato, ma non delude affatto il lettore, anzi è il perfetto finale per questa storia così commovente, profonda e intensa.
Finché le stelle saranno in cielo è un viaggio tra passato e presente, è la ricerca dell'amore e di se stessi, parla di amore, ma non è una semplice storia d'amore e soprattutto ricorda che agli occhi di dio, qualunque sia la nostra religione, siamo tutti uguali: il riferimento ai mussulmani che durante la seconda guerra mondiale aiutarono gli ebrei a scappare e a salvarsi commuove e ci ricorda che siamo tutti "fratelli".
Un libro questo da leggere ed assaporare, lasciandosi prender per mano da Rose e Hope, intrufolandosi nelle loro vite e ricordando che anche quando la vita ti leva tutto non devi mai arrenderti!




valutazione 5


2 commenti:

  1. mi incuriosiva la trama di questo libro ma non l'ho mai letto la tua recensione però mi ha incuriosito

    RispondiElimina
  2. Sembra mooolto interessante.
    Ho già letto altre recensioni, e sicuramente lo leggerò appena ne avrò l'occasione :)

    RispondiElimina