giovedì 23 aprile 2015

Recensione: Forever di Aprilynne Pike


Prezzo: € 17,90
E-book: € 9,99
Pagine: 336
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: Fantasy


Ora che Tavia ha scoperto la sua vera natura – quella di Earthbound, dea creatrice - è alle prese con un passato da ricostruire e poteri da controllare. Ma qualcuno è intenzionato a fermarla. Catturata e rinchiusa insieme al suo amore di sempre, Logan, Tavia non si dà per vinta. I tentativi di fuga però si rivelano vani, e i suoi poteri ancora troppo deboli. Eppure un giorno i due vengono misteriosamente salvati… da quel momento non solo il destino del loro amore, ma il destino del mondo dipenderà soltanto dalle loro scelte e azioni.

Tavia ha finalmente trovato Logan ed ora cerca in tutti i modi di fargli tornare la memoria delle sue vite passate, ma senza successo.
Dopo un inizio un po' lento la trama si fa più interessante, i due vengono prima catturati e rinchiusi in una prigione della fazione "cattiva" degli Earthbound, divinità dal corpo umano con grandi poteri, ma anche con grandi limiti dovuti ad una maledizione, poi all'improvviso vengono liberati dai "buoni" e la trama si fa più interessante.
L'ambientazione purtroppo non rende meno lenta e piatta la narrazione e tutto si svolge in una base segreta ed è per lo più concentrata su Tave, che qui si mostra in tutta la sua umanità, distaccandosi molto dagli altri Earthbound: in Soulmates l'avevo trovata piuttosto antipatica, in questo libro è come un pendolo che oscilla senza riuscire a fermarsi, a volte da l'impressione di aver ritrovato la sua vera natura, di riuscire a comprendere i suoi simili, ma per lo più mostra il suo lato umano, la sua incapacità di comprendere il modo di pensare dei suoi simili e la sua totale fragilità.
I personaggi sono qui meglio delineati, dai contorni più marcati e meno sfuggevoli rispetto al primo volume, tutti tranne Logan/Quinn, che continua a essere un'incognita, non ha un grande ruolo all'interno della storia, resta nascosto nell'ombra di Tave e mostra un lato più freddo e distaccato di queste divinità, un'insensibilità ed un egoismo che difficilmente si comprendono. Logan sembra non avere una personalità, le sue scelte dipendono da ciò che è, come se fosse costretto a seguire un copione e a non avere voce in capitolo, vive avvolto nei ricordi delle sue vite passate, incapace di costruirsi un presente.
Gli Earthbound passano la loro esistenza a cercare il loro eterno compagno, il vero amore di una vita immortale, ma ogni volta che rinascono perdono i loro ricordi e solo quando si "risvegliano" capiscono cosa sono e tutto perde valore e viene sostituito dal bisogno di ricongiungersi alla propria metà: questo aspetto dei protagonisti li rende così irreali e più simili a dei robot.
Nonostante la narrazione prosegua piuttosto lentamente e non vi siano grandi colpi di scena la Pike ha comunque saputo tessere un racconto che imbriglia il lettore, lo incuriosisce e lo porta ad arrivare fino alla fine. Non vi è un grande coinvolgimento del lettore, ma la storia è ben articolata e vengono dissipati alcuni dubbi nati con il primo volume.
Per tutta lettura si ha l'impressione di leggere un libro intermedio di una trilogia, come ho detto non vi sono grandi colpi di scena e vengono fornite molte informazioni sugli Earthbound, ne viene in parte ricostruita la storia e nonostante la casa editrice abbia annunciato che si tratta dell'ultimo volume di questa saga anche il finale conferma che vi sarà un seguito e a quanto pare dovrebbe uscire nel 2016.
Il finale lascia il lettore con l'amaro in bocca e con un milione di domande senza risposta, ma nello stesso tempo le scelte che la Pike fa fare alla protagonista la rendono agli occhi di chi legge un personaggio migliore, diverso, più maturo e soprattutto meno finto e meccanico.
Nonostante tutto Forever è un libro che non annoia e si lascia leggere piuttosto velocemente, incuriosisce e fa nascere nel lettore il bisogno di sapere come finirà questa guerra tra divinità che pur inseguendo tutta la vita il loro grande amore sembrano esser prive di cuore...




valutazione 5

1 commento:

  1. Mi ispira abbastanza, vedrò se dargli una possibilità!

    RispondiElimina