venerdì 8 maggio 2015

Recensione: The Heir Kiera Cass

Prezzo: € 17,90
E-book: € 9,90
Pagine: 324
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: YA

Sono passati 20 anni dalla Selezione che ebbe come protagonisti Maxon e America, da allora son cambiate molte cose, le caste non esistono più e l'erede al trono è una donna! Purtroppo tra il popolo cresce il malumore e così il re e la regina decidono di promuovere una nuova selezione e questa volta a partecipare saranno 35 ragazzi! Eadlyn non è per nulla entusiasta di questa nuova selezione, ma piano piano inizierà ad affezionarsi ad alcuni dei pretendenti e forse riuscirà anche a innamorarsi...

Dopo The One  credevo che non avrei più letto di Illéa e dei suoi abitanti e invece eccoli qui vent'anni dopo: America e Maxon hanno avuto ben 4 figli ed ora tocca alla loro primogenita Eadlyn partecipare alla selezione, nessuna novità quindi per quanto riguarda la trama tranne il fatto che questa volta il lettore la vivrà attraverso il selezionante e non il selezionato...
The Heir rispetto ai primi tre volumi è senza dubbio più avvincente e per nulla noioso e mostra non solo i momenti tra Eadlyn e i suoi corteggiatori, ma anche e soprattutto la sua vita a corte sia insieme alla sua famiglia sia il suo lavoro di futura regina insieme al padre.
Protagonista assoluta del libro è Eadlyn, gli altri personaggi sono infatti poco caratterizzati e difficilmente il lettore  riesce a farsi un'idea precisa sia dei vari contendenti sia dei fratelli della protagonista, che riesce con la sua personalità a metter tutti in ombra e ad invadere completamente anche la mente del lettore!
Trovo incredibile come la Cass riesca ogni volta a creare una protagonista femminile insopportabile e che difficilmente risulta simpatica: Eadlyn è piena di sé, viziata, egoista e incapace di guardare oltre il suo naso, giudica senza mai provare di conoscere le persone e pensa solo a se stessa e al suo tornaconto... Se eravate convinti che America fosse odiosa aspettate di conoscere la sua primogenita!
Nonostante Eadlyn la storia è comunque molto piacevole, purtroppo i momenti con i pretendenti sono davvero pochi e son sempre vissute attraverso la protagonista, ma alla fine quel poco che viene mostrato riesce comunque a raggiungere il cuore di chi legge che non riesce a restare indifferente e finisce per avere il suo preferito tra i vari corteggiatori.
Leggendo The Heir è impossibile non fare paragoni con i volumi precedenti e devo ammettere che questa volta la Cass ha superato se stessa, soprattutto perché difficilmente si riesce a capire chi tra i ragazzi rimasti è il preferito di Eadlyn, che inizialmente è fredda e distaccata, ma poi senza rendersene conto si trova coinvolta e trova in ognuno di loro un lato positivo, qualcosa di speciale che la porta ad affezionarsi...
La storia è ben articolata, si ritrovano alcuni vecchi protagonisti di The Selection che ogni tanto fanno capolino con vecchi ricordi e informazioni relative ad alcuni vecchi personaggi, senza però offuscare la nuova storia e la sua protagonista.
C'è stato un attimo che credevo che tutto si sarebbe concluso con questo volume, poi piano piano ho realizzato che la trama si stava complicando e che non era più incentrata solo ed unicamente sulla selezione e questo porta chi legge a farlo senza sosta, continuando fino alla fine per scoprire cosa accadrà all'interno del Palazzo Reale.
Lo stile della Cass rende la letture scorrevole, mai noiosa e sufficientemente coinvolgente oltre ad essere vivace, inoltre non mancano battute pungenti e ironiche che alleggeriscono ancor di più la lettura e nell'insieme rendono il libro veramente piacevole.
The Heir è un libri adatta sia per chi ha amato The Selection sia per chi invece non lo ha sopportato, inoltre è articolato in un modo che può leggerlo anche chi si avvicina per la prima volta a questa saga e deve ancora leggere i volumi precedenti.
L'estate si avvicina e questo è sicuramente uno di quei libri da mettere nella borsa del mare, adatto come passatempo sotto l'ombrellone perchè poco impegnativo e soprattutto lo si legge davvero in poche ore.





valutazione 5

4 commenti:

  1. Io ho amato questo libro...e anche io trovo che la Cass si sia superato con questo volume!

    RispondiElimina
  2. Io ho amato questo libro...e anche io trovo che la Cass si sia superato con questo volume!

    RispondiElimina
  3. Io purtroppo devo dissentire :(.. Ho davvero apprezzato i primi tre volumi, ma questo proprio no. La protagonista rappresenta tutto ciò che temevo fosse America prima di poter leggere i libri. Credo che la Cass abbia creato un personaggio così diverso solo per accontentare quella fetta di lettori che hanno odiato i modi di America...voi cosa ne pensate?

    RispondiElimina
  4. Io purtroppo sono d'accordo con Amina Havet e devo dire che ho amato la prima trilogia, ma questo e i libri che seguiranno non sono riusciti a farsi strada nel mio cuore. O meglio, mi è piaciuto, ovvio, ma Eadlyn proprio non mi andava a genio e credo fosse anche per alcune sue stilettate subito a inizio libro che me l'hanno immediatamente fatta trattare con freddezza... Credo però che questo libro sia stato comunque bello per il contorno di Eadlyn, cioè per tutti quei personaggi più o meno importanti che si muovevano intorno a lei e che valgono il libro, per me, perchè si distinguono tutti e sono ben caratterizzati al punto da essermi entrati nel cuore con più facilità della futura regina, che invece ne è rimasta inevitabilmente chiusa fuori, al fredo e senza neanche una coperta con cui riscaldarsi (?).
    Se ti va di leggere la mia recensione in cui esplicito tutti i miei randomici pensieri su questo controverso libro puoi fare un salto sul mio blog: Raggywords: Recensione The Heir - Kiera Cass.
    Mi scuso per l'eventuale spam indesiderato.
    Saluti,
    Rainy

    RispondiElimina