lunedì 31 agosto 2015

Recensione : Non voglio essere famosa di Elena Depaoli




Prezzo: € 7,50 in offerta a € 6,40
Pagine: 158
Genere: Romanzo
Editore: Edizioni CentoAutori


Il grande momento di Victoria è arrivato. Dopo anni di gavetta, ha ricevuto finalmente l’occasione giornalistica della sua vita: l’intervista a Mike LoSanto, suo idolo e amatissimo divo di telenovele. Ma, invece che nel sognato tête-à-tête in una stanza d’hotel, l’incontro si trasforma in un disastro: un imprevisto rivela a sorpresa alla giornalista che Mike, in realtà, è ben diverso da come lo conoscono le fan! Grazie a uno scatto fotografico di troppo, Victoria viene suo malgrado coinvolta nella vita privata del fascinoso attore e si ritrova proiettata, all’improvviso, nell’olimpo dorato delle celebrità.

La protagonista cerca di tenere un diario nella speranza della grande svolta. Vuol fare la giornalista per un grosso giornale e per ora arranca in una piccola redazione di un quotidiano a distribuzione gratuita. 
L'occasione di poter intervistare l'idolo di milioni di donne la mette in agitazione e quello che potrebbe essere un trampolino per la carriera si rivela essere un disastro mediatico che la porta inevitabilmente sotto i riflettori.
Situazioni tra il comico ed il grottesco accompagnano il lettore in questo breve romanzo e lo si legge tutto d'un fiato.
La protagonista è una ragazza semplice con la speranza di avere una fulgida carriera e si ritroverà invece a far la parte della fidanzatina perfetta ed innamorata, cose totalmente estranee al suo modo di essere.
I coprotagonisti sono ben caratterizzati e delineati.
Troviamo il fascinoso attore con crisi isteriche e un ego smisurato, il suo manager pronto a tutto pur di far notizia, una sorella ingombrante-superimpegnata-avvocatessa rampante che disapprova ogni sua iniziativa, amiche fidate ma tendenti al depresso, truccatori gay per convenienza ed altro ancora.
Il libro è un'istantanea del mondo dello spettacolo che mette in luce l'artificiosità e l'assenza di scrupoli per far carriera.
La trama non è originalissima, ed il finale abbastanza scontato, ma la scrittura è fluida e la storia strappa più di un sorriso.
In una giornata il libro si legge ed è una piacevole evasione.


valutazione 4







4 commenti: