martedì 11 agosto 2015

Recensione: Volare fino alle stelle di Susan Elizabeth Phillips


Prezzo: € 14,90
E-book: € 4,99
Pagine: 371
Editore: Leggereditore
Genere: Romance
Uscita Cartaceo: 20 Agosto

Daisy ha 26 anni, non ha mai concluso molto nella sua vita e dopo la morte della madre il suo comportamento ha portato il padre a prendere una decisione estrema: obbligarla a sposarsi con un uono scelto da lui! E così Daisy si ritrova improssivamente sposata ad un perfetto sconosciuto che la porta per 6 mesi a vivere e lavorare in un circo! L'inizio è difficile, ma giorno dopo giorno in Daisy cambia... Riusciranno lei e il misterioso Alex a convivere per minimo 6 mesi? Alla fine tra loro nascerà l'amore o resteranno due estranei?

Ammetto che quando ho iniziato questo libro ero molto, anzi parecchio prevenuta ed ero convintissima di ritrovarmi per le mani il solito New Adult tutto sesso e niente trama, ma già dalle prima pagine mi sono subito ricreduta! Volare fino alle stelle è una bellissima storia romantica, un po' come quei vecchi film anni 60 con Audrey Hepburn dove la realtà si mischia al romanticismo e alla fantasia dando vita a bellissime storie d'amore che fanno sognare ad occhi aperti, quelle storie di cui ogni tanto abbiamo bisogno per allontanarci dalla solita routine abbandonandoci a quel frivolo batticuore da ragazzina innamorata che solo le favole sanno dare!
Forse la trama vi può sembrare poco originale, ma già solo l'ambientazione circense rende speciale tutta la storia e fin dalle prime righe verrete accompagnati da Daisy ed Alex a scoprire il mondo del circo visto dalla parte di chi ci lavora.
Romanticismo, tristezza, incomprensioni, dolore, felicità e violenza fanno di Volare oltre le stelle un libro completo, che tratta temi davvero importanti come la violenza sui bambini, il maltrattamento degli animali che vivono in cattività e ancora il difficile rapporto tra padre e figlia: tutto ciò insieme ad una bellissima favola d'amore da vita ad un libro che sa appassionare il lettore, lo incuriosisce e alla fine lo fa sentire pienamente soddisfatto.
Daisy e Alex sono i due protagonisti principali, ma attraverso loro il lettore incontra alcuni dei lavoranti del circo e viene coinvolto dalle loro vite e dai loro drammi!
Daisy è una ragazzina viziata, ma che insieme ad Alex inizia un percorso personale che la porterà a scoprire il suo vero io, si metterà in gioco, affronterà le sue paure e se inizialmente non la si trova simpatica pagina dopo pagina cambierà anche agli occhi del lettore, che finirà per adorarla. 
Alex è invece il classico bello e misterioso, chiuso dentro il suo bozzolo e che ha costruito intorno a sè un muro a causa delle violenze subito... Tanti i segreti che nasconde e piano piano verranno tutti alla luce! Anche il suo personaggio cambia radicalmente rispetto all'inizio: Alex e Daisy in qualche modo si aiutano a trovare ognuno la propria strada, la propria essenza tenuta nascosta e repressa a causa delle esperienze fatte fin da piccoli.
Questi però non sono gli unici personaggi che evolvono durante la lettura e questa è una delle cose che ho apprezzato di più di questo libro: è vero che i protagonisti sono Daisy e Alex, ma il racconto non è esclusivamente incentrato su di loro e si ha modo di scoprire altri abitanti del circo e osservare come cambiano, crescono e si migliorano anche grazie alla presenza di Daisy, che con la sua dolcezza e il suo immenso cuore riesce ad ascoltare i problemi altrui cercando di risolverli!
Ogni singolo personaggio, perfino gli stessi animali con cui interagisce Daisy sono ben caratterizzati ed ognuno ha una sua ben precisa personalità ed uno scopo all'interno dell'intero libro: nulla è casuale e soprattutto inutile, ad ognuno l'autrice ha dato un compito ed è stata capace di tessere una storia intorno a loro, cucendogliela addosso e, se a tratti poco credibile, rendendola più vera.
L'autrice ha dato inoltre poca importanza alle descrizioni fisiche, ovvero ne da una descrizione particolareggiata, ma senza eccessi e anche per quanto riguarda le scene un po' più hot non è mai scesa troppo nei particolari e soprattutto sono davvero poche e lasciano quindi più spazio alla trama, che è ben articolata e ben costruita.
Non manvcano battute sarcastiche e cariche di ironia, ma son presenti anche dialoghi più sostenuti ed impegnati che danno un valore aggiunto a tutta la lettura.
Lo stile dell'autrice sa catturare il lettore e rende veloce la lettura, già molto piacevol e scorrevole grazie alla trama stimolante, l'attenzione del lettore è sempre altissima, non vi sono mai momenti morti o noiosi e si arriva alla fine in totale relax e "gustandosi" ogni singolo avvenimento e godendo del tanto sospirato lieto fine!
Susan Elizabeth Phillips sa come rendere speciale anche la storia più semplice e soprattutto ha la grande capacità di dar vita a personaggi che colpiscono per la loro storia e per come affrontano le situazioni!
Volare fino alle stelle è senza dubbio uno di quei libri da portare con sè in vacanza, per abbandonarsi tra le vite dei suoi protagonisti e concedersi di sognare una romantica favola d'amore.















valutazione 5

3 commenti:

  1. Non avrei creduto che fosse così bello! Addirittura a pieni voti :)

    RispondiElimina
  2. O mio Dio ♡ è proprio il libro che fa per me *_*

    RispondiElimina
  3. La copertina e la trama mi avevano già incuriosita, ma la recensione mi ha convinta ancor di più! Non vedo l'ora di leggere il libro :)

    RispondiElimina