martedì 1 settembre 2015

Recensione: Alice, punto e a capo di Carol Marinelli



Prezzo: € 12,90 in offerta sul sito HM a € 10,97
E-book: € 6,99
Pagine: 350
Editore: Harlequin Mondadori
Genere: Romanzo

Alice è l'amica che tutti vorrebbero, sempre disponibile, allegra e si fa sempre in quattro per tutti... Ma Alice nasconde un segreto troppo grande e da troppo tempo e questo segreto la sta divorando, come una tarma che dall'interno scava nel legno fino a farlo crollare...

Quando ho iniziato a leggere Alice, punto a capo non pensavo assolutamente che sarei stata inghiottita dalla vita della protagonista per finire dritta in una spirale discendete verso l'inferno in cui era finito l'animo di Alice!
La trama che viene fornita non rende giustizia a quella che è la vera storia raccontata da Carol Marinelli, perchè quella di Alice non è la classica storia d'amore che tutti si aspetterebbero, certo l'amore è uno dei protagonisti principali, ma è un amore diverso da quello che coinvolge un uomo e una donna e fa sognare il lieto fine con gli occhi a cuore!
Alice, punto e a capo è la storia di una bimba che è diventata adulta troppo velocemente e che troppo in fretta ha scoperto la faccia brutta della vita, ritrovandosi in caduta libera verso un buco nero che anno dopo anno l'ha avvolta facendole credere che quello fosse l'unico vero modo di vivere!
Alice ha 27 anni e apparentemente sembrerebbe una ragazza come tante, in realtà ha grossi problemi di soldi e la sua vita è completamente sregolata: si butta via e si fa calpestare senza nemmeno rendersene conto ed ha una grossa dipendenza da alcool e psicofarmaci!
La narrazione è in prima persona e non sempre troverete simpatica Alice, anzi spesso vi risulterà insopportabile, ma in fondo in fondo non riuscirete a fare a meno di lei e vi ritroverete a piangere assieme a lei quando finalmente scoprirete il suo segreto più grande, quello che per 10 anni ha custodito dentro al cuore e che giorno dopo giorno ha divorato la sua anima e la sua mente, distruggendola dall'interno e portandola a diventare qualcuno di completamente differente dalla vera Alice.
Alice racconta la sua storia intervallando presente e passato, ma non vi è regolarità in questi intervalli ovvero a volte si alternano capitolo dopo capitolo, altre volte no e spesso quando si è vicini a sapere qualcosa di più del passato della protagonista ecco che lei lascia il discorso in sospeso, si concentra sul presente e tiene il lettore sulle spine, tanto che difficilmente avrete voglia di chiudere il libro, anzi diventerete sempre più curiosi!
Ogni singolo personaggio è ben caratterizzato e soprattutto ben analizzato sia da Alice sia da Lisa, la sua psicologa: l'autrice ha dato maggiore importanza alle descrizioni caratteriali e soprattutto ha messo in evidenza ogni lato oscuro e segreto d'ognuno, permettendo al lettore di avere un'idea molto chiara di tutti, di capirne meglio i punti deboli e soprattutto  comprendere meglio ogni loro scelta.
Una storia coinvolgente quella che viene raccontata, travolgente e straziante: vengono toccati temi molto forti e sempre attuali, viene mostrato come affrontano il mondo gli adolescenti e quali sono spesso i grandi errori dei genitori, che non sempre riescono ad ascoltare il grido silenzioso dei propri figli.
Subito dopo le prime pagine inizierete un viaggio nell'animo e nella mente di Alice, sarà come entrare nel tunnel degli orrori, solo che sarà tutto in discesa e ad altà velocità, ma una volta toccato il fondo e aver sentito lo schianto del cuore di Alice risalirete con lei verso la luce: non sarà semplice, la scalata sarà dura e tortuosa, ma alla fine il sole ricomincerà a splendere.
Alice, punto e a capo è una di quelle storie che arrivano dritte al cuore, che conquistano soprattutto per il loro esser incredibilmente reali e anche se ad un tratto il lettore si sentirà il cuore a pezzi alla fine tutte le amozioni che gli son state donate lo faranno sentire meglio e soddisfatto!
Lo stile di Carol Marinelli è diretto, crudo e senza troppi fronzoli mostra al lettore il fondo del baratro, senza nascondere nulla e senza lasciare nulla al caso o all'immaginazione! Il linguaggio usato è moderno e questo rende ancor più credibile la storia: il lettore si ritrova a vivere ogni istante della vita di Alice e il suo cuore soffre sia con la protagonista sia con gli altri personaggi che si incontrano durante la lettura, comprendendo le loro angoscie e desiderando un mondo migliore per ognuno di loro!
La Minelli è stata una vera e propria rivelazione per me e posso dire che con questo libro dimostra di essere una grande scrittrice, capace di sondare l'animo umano, metterlo a nudo e soprattutto capace di trasformare le emozioni in parole che graffiano nel profondo!
Alice, punto a capo è il viaggio interiore della protagonista, che era rimasta bloccata all'età di 17 anni, ma che piano piano con molta fotica e non poco dolore riesce a maturare, capendo anche cosa finalmente vuole dalla vita!
Un libro difficile da digerire, con scene forti e momenti talmente emozionanti che sarà difficile trannere le lacrime!
Preparatevi quindi a leggere questo libro con un bel pacco di fazzoletti vicino a voi e lasciatevi guidare nel mondo sregolato, bizzarro e folle di Alice!












valutazione 5

4 commenti:

  1. Oooh che bella recensione *-*
    Ce 'ho in lista, desidero leggerlo davvero tanto.
    Adesso è cresciuta la mia curiosità :D

    RispondiElimina
  2. E' sulla mia wish List *-* come tantissimi altri libri in realtà!
    Arriverà anche il suo turno.. Non vedo l'ora di leggerlo! *-*

    RispondiElimina
  3. Una recensione stupenda!!
    Ho fatto bene ad aggiungerlo in lista! *-*

    RispondiElimina