martedì 1 settembre 2015

Recensione: Mi vuoi sposare? di Elisabetta Belotti


Prezzo: € 7,50 in offerta a € 6,40
Pagine: 170
Genere: Romanzo
Editore: Edizioni CentoAutori


Lisa, una ragazza poco più che trentenne, ha tutto quello che voleva dalla vita: il lavoro dei suoi sogni (quello di wedding planner), un fidanzato bello e ricco con cui convive, delle amiche fidate. Ma all'improvviso scopre che il fidanzato la tradisce e la lascia per un’altra (una ragazza giovanissima, l’unica russa tracagnotta che sembra Yoko Ono con la parrucca bionda). Lisa affitta allora un monolocale minuscolo e si immerge nel folle mondo delle single di ritorno, con l’obiettivo di trovare un nuovo amore e di sposarlo. Tra primi appuntamenti disastrosi, week-end snervanti e incontri inattesi, si adatta alla nuova realtà, grazie anche ad un selvaggio uso dei social network. Riuscirà a ritrovare l'amore?


A quante di noi è successo di scoprire il tradimento e vivere situazioni surreali dove il fedifrago voleva pure fare la vittima?
La protagonista Lisa sta tornando da una favolosa vacanza tropicale col suo fidanzato storico, e convivente, Andrea e proprio in aereo scopre di essere stata tradita.
Il suo mondo e la sua vita è sconvolta in una manciata di minuti e dovrà ricominciare da capo.
Ironia della sorte lei gestisce una delle agenzie di Wedding Planner più famose della città e vedere le coppiette felici proprio non le va giù.

Il fatto di tentare di rimettersi in gioco e avere dei nuovi primi appuntamenti le crea angoscia e ne ha tutti i motivi!
L'autrice riesce a descrivere degli uomini-tipo che ben conosciamo con cui a che fare Lisa.
L'eterno ragazzino che non chiama ma manda messaggini e like tramite social network per non spendere.Lo chef esaltato che inorridisce dinanzi la mancanza di educazione del gusto di Lisa e la fa sentire inadeguata e rozza.
Il professore molto carino,educato e vegano che cerca di convertirla.
Lisa alterna momenti di pura isteria ad altri di sfinimento alla ricerca di un uomo possibile marito e non fidanzato.
Il libro scorre veloce, la scrittura è fresca e lineare ed i dialoghi ben dosati.
La trama non è per nulla originale ma a favore ci sono le riuscitissime descrizioni dei personaggi secondari che ricordano persone già incontrate e conosciute nel nostro quotidiano.
Una lettura poco impegnativa per riempire una giornata di relax e sorridere spensierate.



valutazione 4














5 commenti:

  1. Molto carino anche questo! :D
    Queste letture sono bellissime, cosi leggere!

    RispondiElimina
  2. @ Valentina sono letture piacevoli, sono libri ben scritti con quel pizzico d'ironia che non li fa cadere in polpettoni melensi.
    Fa bene all'umore cambiare letture ogni tanto ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono pienamente d'accordo con te! :)
      Ogni volta bisogna fare queste letture leggere, anche per svuotare un po' la mente

      Elimina
  3. Vero, concordo con te. Ho letto un libro di questo genere ed è stato scorrevolissimo, ma sopratutto, una lettura molto bella.

    RispondiElimina
  4. Sembra un bel libro :) Mi ricorda un film di cui non ricordo il titolo!

    RispondiElimina