mercoledì 7 ottobre 2015

Books & Babies [Recensione]: Ritorno a BlackBrick di Sarah Moore Fitzgerald



Prezzo: € 14,50
E-book: € 6,99
Pagine: 234
Editore: Rizzoli
Genere: Fantasy


Il nonno di Cosmo si dimentica le cose e le persone, il suo cervello non riesce più a ritrovare i ricordi del passato e piano piano lui si sta perdendo nella nebbia della sua mente, ma Cosmo non riesce ad accettarlo e cerca di aiutare in tutti i modi il nonno! Purtroppo un giorno nonno Kevin ha un piccolo incidente domestico e a casa arivano dei dottori per fargli degli esami e trasferirlo in una casa di riposo, mentre Cosmo si trasferirà a vivere da suo zio Ted... Disperato Cosmo fa un ultimo tentativo con il nonno, che in un momento di lucidità gli da una chiave e alcune indicazioni per arrivare a Blackbrick: Cosmo promette al nonno di andarci e quando attraversa il cancello sud lo aspetta una grande avventura nel passato!

Ritorno a Blackbrick è uno di quei libri che fin dalla prima pagina fa venir voglia di leggerlo, che porta il lettore a domandarsi chissà cosa accadrà...
Il libri inizia con Cosmo che presenta la sua situazione familiare, raccontando di come la madre sia partita per l'Australia decidendo di lasciarlo con i nonni e soprattutto spiega cosa sta accadendo al suo amato nonno. Pagina dopo pagina il lettore entra dolcemente nemma vita di Cosmo, lo ascolta quando racconta del fratello o di quando va a cavalcare o di come cerca soluzioni alla malattia di nonno Kevin ed ogni singolo racconto rapisce il lettore, lo avvolge e lo fa sentire come parte di quella vita...
La lettura si molto più interessante quando Cosmo attraversa il cancello sud di Blackbrick e scopre di aver viaggiato nel tempo e di aver davanti suo nonno Kevin a 17 anni! Inizia così la grande avventura di Cosmo nel passato, che per un anno vive come stalliere nel maniero di Lord Corporamore imparando a conoscere meglio il suo giovane nonno, prendendo appunti sulla sua vita e diventando giorno dopo giorno più grande!
Il lettore impara a conoscere ogni singolo personaggio attraverso gli occhi di Cosmo, che da buon osservatore descrive tutti con cura e usando molti aggettivi o descrivendo le sensazioni che ogni persona che incontra gli trasmette, in questo modo tutti i personaggi son ben delineati.
Proprio perchè tutto viene descritto da un ragazzino ciò che davvero ha importanza è com'è una persona caratterialmente, le descrizioni fisiche non mancano, ma sono semplici e sufficienti ad immaginarsi come sono Kevin, la Signora Kelly, Maggie, Cordelia e Lord Corporamore o come lo chiama Cosmo Capiatn Viscido!
Ritorno a Blackbrick è un libro per ragazzi, ma leggendolo vi renderete conto che non si nota per nulla, verrete coinvolti dalla storia e ne rimmarete affascinati, innamorandovi fin dalla prima riga dei suoi protagonisti e affronterete insieme a Cosmo un argomento molto molto serio come l'Alzheimer... All'inizio Cosmo non riesce ad accettare che il nonno sia malato, si rifiuta di affrontare la realtà e ad un certo punto crollerà, ritrovandosi così sopraffatto dal dolore sia per il fratello sia per il nonno...
Tutto all'interno di questo libro viene raccontato con cura, ogni descrizione, ogni personaggio, ogni singola storia penetrano nel profondo nel cuore di chi legge, che si lascia trasportare in giro da Cosmo, vivendo con lui ogni avventura e venendo travolto da emozioni forti e reali.
La scrittura è semplice e il libro in sè è davvero breve, si legge in poche ore senza mai distrarsi, troppo presi dal vivere questa magiva avventura.
Ritorno a Blackbrick è un libro per tutti, una storia magica che accarezza l'anima di chi legge e lascia nel lettore una grande nostalgia e la voglia di tornare con Cosmo ancora una volta a Blackbrick...





  valutazione 5

3 commenti: