venerdì 23 ottobre 2015

Recensione : Le vere origini di Halloween a cura di Sarah Bernini,Luce, Chiara Rancati, Monica Casalini



Prezzo: € 14,00
Pagine: 180
Editore: Anguana Edizioni
Genere: Saggio

Questo libro, nato all'interno del progetto web "Le vere origini di Halloween" è un dono a tutti i Lettori affinché sia possibile eliminare pregiudizi insensati e luoghi comuni e cominciare finalmente a comprendere le vere origini di Halloween. Il Lettore si ricrederà su cosa sia davvero l'antica commemorazione celtica dei defunti, sulla sua disappartenenza alla cultura americana e su quanto le tradizioni italiane provengano proprio dagli antichi insegnamenti nord-europei. E comprenderà "perché le mascherate di Halloween, lungi dall'essere manifestazioni sacrileghe, sono di fatto cerimonie sacre le cui radici affondano nella notte dei tempi" (J. Markale) e nelle profondità del nostro inconscio collettivo. Chi legge questo libro compie realmente un viaggio iniziatico nel mondo di Halloween da cui non tornerà senza essere cambiato. Un testo nuovo, moderno, multiprospettico, scritto da autori e storici italiani. Insomma: Halloween senza maschere!

Mai come in questo periodo si parla di Halloween, di cosa rappresenta e delle sue origini. 
In questo libro i vari autori cercano di fare chiarezza in merito a questa festività che proviene da tempi lontani dimostrando che "non è un'americanata" o, come recentemente è stato bollato,  un "fenomeno satanico".
Halloween,All Hallow'Eve,Samhain,Summer's End tutti nomi antichi per indicare le celebrazioni di fine Estate ed inizio dell'Inverno, le festività del fuoco ed anch e la più importante festività legata all'Antenato ed al concetto di morte/resurrezione.
Si trovano testimonianze che tali celebrazioni esistono in molte culture da tempo immemorabile da prima del Cristianesimo quindi lontane , anzi estranee al concetto di adorazione del diavolo.
Non è un romanzo od un insieme di leggende e storie folcloristiche, sono ricerche storiche in varie culture che documentano le radici di quello che ora è per i più un fenomeno commerciale.
Il libro riesce a catturare l'attenzione anche se a volte non scorre molto veloce, alcuni passaggi sono un po' difficili da capire per chi non si è mai interessato all'argomento.
Più autori hanno contributi alla stesura del libro con stili molto diversi tra loro che riescono tuttavia ad integrarsi. 
Nell'insieme è un' ottima visione generale di tale festività e credo che l'intento sia di far conoscere ad un pubblico più ampio tali informazioni per poter far chiarezza.

valutazione 4














3 commenti: