venerdì 15 gennaio 2016

Books & Babies [Recensione]: The Academy - Libro Primo di Amelia Blake


Prezzo: € 15,00
E-book: € 6,99
Pagine: 301
Editore: Rizzoli
Genere: Fantasy
Età: 12 anni +

Twelve ha 12 anni ed ha passato tutta la sua vita all'interno dell'orfanotrofio, ma finalmente è arrivato il giorno delle selezioni e presto verrà mandata in Accademia e potrà finalmente scoprire cosa c'è oltre quelle mura in cui ha vissuto fino ad ora... Quando finalmente sale sulla carrozza che porterà lei e altri due orfani all'Accademia di Servizio succede qualcosa di imprevedibile e scoprirà che era destinata ad un'Accademia che nessuno nomina: la Diciannovesima! Per Twelve inizia una nuova vita fatta di casseforti, lucchetti, porte da scassinare e oggetti da rubare...


Da quando The Academy è stato pubblicato ho letto molte recensioni positive ed ero indecisa se iniziarlo o meno, poi ho deciso di partecipare ad una sfida di lettura e per il primo mese bisognava leggere il primo libro di una saga e così alla fine ho ceduto e l'ho iniziato... Come ho detto sapevo già che sarebbe stata una lettura piacevole, ma quello che non sapevo è che sarei stata letteralmente rapita dalla storia!!
La trama sotto certi aspetti è molto originale, anche se mi ha ricordato molto Oliver Twist, ma senza influenzare negativamente il mio giudizio, anzi in un certo senso mi ha fatto piacere ripensare ad un grande classico ed immaginarlo come un moderno YA!
Trattandosi di un libro per bambini la storia è molto semplice, ma non per questo meno avvincente di altri YA molto popolari negli ultimi tempi, inoltre riesce ad appassionare anche un adulto, portandolo a fare le ore piccole pur di scoprire cosa accadrà alla giovane Twelve!
Ambientazioni e personaggi son ben descritti, ogni singolo protagonista è ben caratterizzato e man mano che vengono presentati al lettore si scopre qualcosa di più sul loro carattere, ne vengono messi in mostra pregi e difetti e fin da subito si riesce a inquadrarli tutti. I luoghi in cui si svolge la storia sono ben descritti, la Blake (che sono in realtà due autori italiani) fornisce molte informazioni sia sull'orfanotrofio sia sulla Diciannovesima Accademia e personalmente l'ho apprezzato molto, soprattutto perché trattandosi di un libro per ragazzi dà loro la possibilità di immaginarsi i luoghi in cui si trova a vivere la giovane protagonista, stimolando la fantasia e facendo si che ci si senta maggiormente coinvolti, come se si fosse veramente a Danubia a girare per i corridoi con Twelve e gli altri ragazzi.
Di tutti i personaggi presenti all'interno del libro Twelve è quella meglio descritta e trattandosi della protagonista principale la trovo un'ottima scelta, perché principalmente è con lei che il lettore deve empatizzare!
Per avere solo 12 anni Twelve è molto matura, sveglia ed ha coraggio da vendere, ma in fondo è cresciuta in un orfanotrofio privata sia dell'affetto dei genitori sia di una vita vera e normale e questo già giustifica il fatto che a volte si ha la sensazione di leggere la storia di una diciassettenne, anche se questo suo lato adulto viene spesso tradito dalla cocciutaggine e il far sempre di testa propria tipica dei bimbi.
Questo personaggio è quello che ho amato di più, certo è quello su cui si incentra tutta la storia, ma con le sue battute e la sua caparbietà riesce da subito ad entrare nelle grazie del lettore.
Gli altri protagonisti, come ho già detto, sono ben descritti e pur essendo secondari hanno una personalità ben definita, che permette a chi legge di farsi una propria idea su ognuno e soprattutto schierarsi, inoltre non essendo semplicemente comparse che restano nell'ombra si finisce per apprezzarli e per affezionarcisi... Ognuno di loro ha come un segreto da nascondere o proteggere e questo rende la lettura molto più avvincente e scatena nel lettore più domande, aumenta il bisogno di proseguire e naturalmente una volta arrivati alla fine di poter leggere subito il secondo volume!
L'inizio del libro è un pochino lento, ma dopo poche pagine tutto cambia, l'attenzione del lettore aumenta e il racconto ne risveglia lo spirito avventuriero, travolgendolo, appassionandolo e facendolo sentire partecipe, come se fosse uno dei tanti ragazzi dell'Accademia.
I colpi di scena non mancano e spesso trovano il lettore impreparato, poiché nulla risulta mai scontato o banale, nulla viene svelato prima del tempo e quando accade si resta a bocca aperta. Ci sono anche momenti in cui si ha l'impressione di sapere cosa accadrà, ma basta voltar pagina per accorgersi che ogni supposizione era sbagliata, magari vicina a ciò che è realmente, ma comunque per nulla corretta!
Lo stile e il linguaggio semplice rendono la lettura scorrevole e mai noiosa, perfetta per giovani lettori che potrebbero distrarsi o perdersi per strada, ma che grazie alla bravura dei due autori verranno senza ombra di dubbio rapiti dal racconto e la loro attenzione sarà sempre mantenuta molto alta.
Un libro per ragazzini che riesce però ad emozionare anche chi ha già una certa età, regalando piacevolissime ore immerso nella fantasia e nell'avventura, una lettura per piccini e anche per adulti in cerca di quelle emozioni che si provano quando ci si avvicina per la prima volta a un libro, ma non ad un libro qualsiasi bensì ad uno di quei libri che fanno volare lontano e ci portano a vivere grandi avventure trasformandoci in uno degli eroi al suo interno...
The Acamedy è solo l'inizio dell'avventura di Twelve e degli altri studenti della Diciannovesima Accademia, ma pone le basi per iniziare una nuova meravigliosa avventura tutta da vivere...





valutazione 5

5 commenti:

  1. Ok mi hai convinta ... lo metto in lista... ma credo non mi basterà una vita.....

    RispondiElimina
  2. Ok mi hai convinta ... lo metto in lista... ma credo non mi basterà una vita.....

    RispondiElimina
  3. Dalla trama non gli avrei dato un punto, ma dopo la recensione sono affascinata!

    RispondiElimina
  4. Ok, mi attira tantissimo! Sarà che negli ultimi giorni ho avuto un po' di nostalgia di quelle storie, come i primi libri di HP e Percy Jackson, che mi riportassero a quando avevo 12 anni anch'io..

    RispondiElimina
  5. Rory *-* mi hai totalmente convinta, davvero! Voglio questo libro! :)

    RispondiElimina