giovedì 14 gennaio 2016

Recensione : Il basilico raccolto all'alba di Eugenie Genin


Prezzo: € 10,00
E-book : € 3,99
Pagine: 138
Genere: Romanzo erotico
Editore: Milena Edizioni
Data di pubblicazione: Febbraio 2015


Quando incontra il Professore per la prima volta, Doria ha sedici anni e la sua vita è intrappolata tra le mura della pensione del padre. Lui ha molti più anni e porta con sé un bagaglio dentro al quale conoscenza e mistero si alternano con intrigante complicità.
Quando l’anno successivo l’uomo fa ritorno in Liguria, la natura prende il sopravvento e la loro storia prende forma. L’uomo è sposato e Doria è solo una tappa lungo il viaggio che durante le vacanze estive lo porta dalla moglie e la figlia a Nizza. Una tappa che però diventa piacevole abitudine e si ripete ogni estate. Negli anni più delicati della sua giovinezza, si abbandona a lui e pur di non deluderlo è disposta non solo ad assecondare ogni sua fantasia, ma anche a imparare nuove pratiche, facendo esperienze con i compagni durante gli interminabili mesi scolastici.
Durante i loro fugaci incontri, il Professore si dedica totalmente a lei con il chiaro intento di iniziarla alla ricerca di se stessa e del piacere. Dopo una lunga separazione, ad aspettarlo però non troverà Doria, ma un plico di lettere in cui racconta di se stessa, di loro e di un segreto che non ha mai avuto il coraggio di confidargli.



Doria è una ragazza di sedici anni che sembra riscuotersi da un lungo torpore quando incontra il Professore nella piccola pensione che gestisce suo padre.
Scoprirà cosa vuol dire desiderare qualcuno sino a stare male ed avrà inizio la sua iniziazione al mondo del sesso. Lei crescerà incontrandolo solo d'estate e per poco tempo ma imparerà a trarre piacere in molteplici modi. Avrà esperienze con altri ragazzi ma lei amerà solamente lui. 
Un libro erotico molto intrigante e passionale. L'autrice riesce a descrivere le scene bollenti senza cadere nel volgare o apparire morbosa. 
L'eros si mescola con l'amore e la voglia di conoscenza.
I personaggi non sono descritti in modo particolareggiato avendo così modo di immaginarci come vogliamo i protagonisti.
Il professore ci appare così un'entità a volte astratta e a volte troppo presente, all'inizio sembra freddo e distante ma poi scopriremo le sue paure e le sue debolezze, i suoi sensi di colpa e l'attrazione irresistibile per Doria indipendentemente dall'età e dall'inesperienza.
Il libro è scritto in prima persona da Doria, lei esprime i suoi pensieri e sentimenti coinvolgendo il lettore in un turbine di esperienze belle e brutte.
Tutte parole scritte per essere lette da lui, per testimoniare che l'amore può sopravvivere a tempo e differenza d'età.
La storia scorre veloce, lo stile di scrittura è pulito e piacevole, la trama è ben sviluppata ed articolata senza cadere nello scontato e nel banale.
Per una lettura bollente ma non scadente questo è il libro ideale.

Piccola curiosità : il titolo deriva dall'abitudine di Doria di mangiare una foglia di basilico per favorire la digestione amandone la consistenza e il profumo. 


valutazione 4





Nessun commento:

Posta un commento