lunedì 25 gennaio 2016

Recensione: Il figlio di Ramses - La tomba maledetta di Christian Jacq


Prezzo: € 9,90
E-book: € 6,99
Pagine: 272
Editore: Tre60
Genere: Storico Paranormal


In un'antica tomba era sigillato un vaso che contiene un grande potere che potrebbe distruggere tutto l'Egitto... Ramses corre subito ai ripari e manda i suoi uomini migliori a indagare per riuscire a scoprire chi ha violato la tomba e rubato il vaso segreto. E mentre forze oscure tramano per distruggere il regno il giocane Setna, figlio del faraone e di Iset, si appresta a diventare scriba e sacerdote, ma sulla sua strada incrocerà la bella Sekhet e qualcosa nelle loro vite cambierà! I due però dovranno affrontare anche pericoli e tradimenti...

Christian Jacq torna dopo ben 20 anni con un nuovo avvincente romanzo legato a Ramses, ma questa volta i protagonisti saranno due dei figli avuti dalla sua favorita Iset: Ramses e Setna, uno un valoroso guerriero, convinto di poter ottenere tutto, vede il male ovunque è ambizioso e prepotente, l'altro è posato, saggio, umile e sa distinguere bene dal male e cerca sempre di riportare l'equilibrio ed esser giusto e onesto.
Per chi non lo sapesse ho studiato egittologia all'università, quindi ogni volta che leggo un romanzo storico sull'Egitto ho sempre un po' paura, ma conosco Jacq e so che prima di essere un grande romanziere è un impeccabile archeologo che ha passato la vita a studiare proprio l'Antico Egitto e il grande Ramses e questa è una garanzia quando si decide di leggere uno dei suoi libri!
Fin dalle prime pagine questo nuovo lavoro di Jacq riesce ad attirare l'attenzione del lettore, che senza nemmeno rendersene conto fa un meraviglioso salto indietro nel tempo e si ritrova nell'Antico Egitto ad ammirarne la bellezza.
Come sempre i libri di Jacq sono impeccabili nelle descrizioni e nel raccontare la storia dell'Egitto, ogni volta che viene citato un dio o un mito o una tradizione il lettore sa già che non avrà il tempo di domandarsi di cosa si parla, perché subito arriva la spiegazione e così non si rischia di sentirsi estranei al racconto o troppo impreparati.
I capitoli sono brevi e molto descrittivi, i dialoghi sono pochi e in questo modo il lettore riesce a "vedere" con chiarezza i luoghi e le persone descritte. Molti i nomi e i personaggi che popolano le pagine di questo romanzo ed ognuno è ben caratterizzato ed ha un ruolo ben preciso all'interno della storia.
Talvolta la lettura viene resa difficile dalla presenza di troppi nomi, ma in questo caso l'autore con grande maestria dedicato alcuni capitoli ad ogni personaggio, mai il lettore si ritrova ad averli tutti insieme e le le loro azioni vengono descritte separatamente, permettendo così di avere un quadro completo di ciò che accade.
Ogni personaggio ed ogni capitolo sono come pezzi di un puzzle, che piano piano si incastrano tra di loro ed è il lettore a metterli insieme, inseguendo il mago nero insieme a Ched, il comandante della polizia reale accompagnato da tre suoi uomini fidati e altamente preparati ad affrontare il pericolo; scoprendo lentamente l'amore che sboccia tra Setna e Sekhet... Andando avanti nella lettura scoprirete gli intrighi di palazzo e deciderete quale dei due figli di Ramses è il vostro preferito!
Tutto ne La tomba maledetta vi emozionerà e vi regalerà momenti carichi di adrenalina, inizierete a fare congetture e vi avvicinerete anche alla verità, ma qualcosa metterà sempre in dubbio le vostre teorie e così finirete per "divorare" il libro pur di riuscire a scoprire chi è il vero colpevole...
La tomba maledetta è un bellissimo romanzo storico, con il giusto equilibrio tra romance, thriller e paranormal e nell'insieme risulta perfetto.
Lo stile di Christian Jacq è coinvolgente, come ho già detto le descrizioni sono accurate tanto che il lettore si sente parte della storia e può "vedere" quei luoghi meravigliosi in cui regnò Ramses... I personaggi sono reali, ci si identifica in alcuni di loro e sono ben equilibrati poichè sia quelli maschili sia quelli femminili sono ben curati.
Una lettura che consiglio a tutti, perchè non fa distinzione di sesso e di età ed è perfetta per chi ama l'Egitto e la sua storia.
In poche ore finirete per arrivare alla fine e resterete un po' delusi dal finale aperto, ma in fondo è il primo volume di una nuova saga e deve insinuare in voi il dubbio e soprattutto deve stuzzicare al massimo la vostra curiosità!
Abbandonatevi a questa lettura e concedetevi piacevolissime ore con una storia e con dei personaggi che sapranno conquistarvi e regalarvi una nuova grande avventura!



valutazione 5

7 commenti:

  1. Ottima recensione esaustiva. Deve essere stato molto bello studiare egittologia. Avrei voluto anche io seguire qualche corso ma non c'era mai tempo! Comunque sono proprio contenta che sia una saga...lo leggerò sicuramente!:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!!!
      Era il mio sogno di bimba fare l'Egittologa e alla fine ho realizzato molti dei miei sogni nel cassetto ^^
      Io adoro Jacq e le sue saghe mi piacciono sempre parecchio!!

      Elimina
  2. Bellissima recensione, sai mi hai molto incuriosito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!! Son contenta di aver stuzzicato la tua curiosità!!

      Elimina
  3. Ecco, adesso ho ancora più voglia di leggerlo! *O*
    Hai studiato egittologia all'università?! Wow *^* sai che, da una parte, vorrei riprendere a studiare anche io per seguire proprio egittologia? Ti scriverei volentieri in privato =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si :) ho avuto il piacere e l'onore di seguire le lezioni e dare gli esami con un mostro sacro dell'Egittologa: Edda Bresciani, allieva di Donadoni :) Mi trovi su facebook come rory il colore dei libri :p

      Elimina
    2. Wow! *O*
      Ti aggiungo subito allora ^_^

      Elimina