sabato 2 gennaio 2016

Recensione: Il gatto che aggiustava i cuori di Rachel Wells




Prezzo: € 16,90 
Pagine: 320
Editore: Garzanti
Genere: Romanzo


Se ti senti solo
fidati di me.
C'è sempre una sorpresa ad aspettarti. 


«Una storia che ha scaldato il cuore dei lettori. Un debutto sorprendente per mesi in vetta alle classifiche.»
The Bookseller

La gente accusa noi gatti di essere egocentrici ed egoisti,
ma spesso le cose stanno in tutt'altro modo.
Ero un gatto desideroso di aiutare chi ne aveva bisogno.
D'indole gentile e amorevole,
ero impegnato nella nuova, specialissima missione:
prendermi cura delle persone.


Come ogni gatto, Alfie adora passare le sue giornate sonnecchiando sul divano davanti al camino. Un po' di carezze, un po' di fusa rumorose, ed è felice. Ma all'improvviso è costretto a lasciare la casa in cui è cresciuto, e si ritrova solo e sperduto per le strade di Londra. Tutto cambia quando arriva in Edgar Road, una via piena di verde e di bellissime villette a schiera. Alfie capisce subito che solamente lì può sentirsi di nuovo a casa. Solamente lì può trovare una nuova famiglia. Eppure gli abitanti del quartiere non sono pronti ad accoglierlo. Concentrati sui loro problemi, non hanno tempo per occuparsi di lui. Fino a quando scoprono che non è un gatto come gli altri. Ha un dono speciale: è capace di riconoscere i desideri più nascosti. Alfie sa bene che Claire è ancora in cerca di amore dopo essere stata lasciata dal fidanzato; che Jonathan, cinico e disincantato, in realtà si sente troppo solo, e che Polly vorrebbe solo qualcuno in grado di proteggerla. Giorno dopo giorno, si accorgono di quanto abbiano bisogno di lui. Il loro nuovo amico è pronto ad aiutarli, a provare a cambiare le loro vite, a riaccendere le loro speranze. Perché Alfie è in grado di aggiustare quello che il destino a volte ha rotto e ad ascoltare la melodia silenziosa dei loro cuori. Un romanzo che è un caso editoriale unico. Con 100.000 copie vendute in un mese è salito in vetta alle classifiche inglesi. Adorato dai librai indipendenti, Il gatto che aggiustava i cuori ha acceso tra i lettori un inarrestabile passaparola. Un protagonista dolce e buffo come il gatto Alfie, e la sua capacità di aiutare le persone a ritrovare sé stesse. Un libro che regala felicità, e insegna che c'è sempre una sorpresa in arrivo.

Alfie è un gattino dal cuore d'oro. 

All'apparenza si comporta come ogni gatto : cerca cibo e coccole e poi se ne va, ma a lui stanno veramente a cuore le vite dei suoi amici umani.
Quando la sua padrona Margaret non c'è più lui è destinato a finire in gattile per questo decide di avventurarsi per le strade per cercare una nuova famiglia, per trovare chi lo può amare e accudire. 
La sua vita si fa dura e spietata fino a quando non giunge magro e spelacchiato in Edgar Road.
Qui ci sono tante belle case e tante belle famiglie e decide che ne vuole più di una per non correre il rischio di restare solo ed essere nuovamente abbandonato.
Il suo primo incontro avviene con Claire, giovane donna da poco separata che cerca di rimettere in sesto la sua vita e trova in Alfie un compagno perfetto. Curarsi di lui le da la forza di uscire dall'isolamento e coltivare nuove amicizie.
Poi ci sarà l'incontro, all'inizio non proprio idilliaco, con il super efficiente Jonathan che non ha nessuna intenzione di avere un gatto. Alfie riuscirà a far parte del suo quotidiano conquistandolo e rendendolo più "umano".
Riuscirà a farsi ben volere anche dalla neo mamma Polly terrorizzata dagli animali e che sente troppo la responsabilità della maternità.
Diventerà anche il gatto di casa di Franceska, da poco trasferitasi con marito e figli in America, lei soffre di nostalgia per i cari lontani e di solitudine visto che non ha amiche.
Queste persone miglioreranno la sua e la loro vita anche se alcuni episodi spiacevoli si riperquoteranno proprio su gatto.
La trama è ben strutturata e le varie storie riescono ad intersecarsi bene tra loro anche se il risultato è abbastanza scontato. 
I personaggi sono ben delineati ed è apprezzabile come ognuno si approcci in modo diverso con Alfie.
Il libro scorre veloce ed è molto godibile, lo consiglio a chi ama i buoni sentimenti e crede nella capacità degli animali di renderci incredibilmente felici.
Il mio giudizio non sarà altissimo perchè tutte le storie che ho letto in questi ultimi tempi sui gatti comincia o con un abbandono o con la perdita dell'adorata padrona. 
Il ripetersi del modello sinceramente stanca e mi chiedo se non era possibile essere originali con questi adorabili amici a quattro zampe. Comunque sia è un bel libro che merita di essere letto e apprezzato.




valutazione 4




3 commenti:

  1. questo libro mi incuriosisce ;) bella recensione!

    RispondiElimina
  2. Che belle le storie con gli animali che cambiano le vite di noi umani. Hanno un'atmosfera magica al loro interno. Lo metterò nella mia wishlist. Ciao, a presto!

    RispondiElimina
  3. Credo che la prima metà del libro sia molto toccante, quando Alfie perde la padrona, ma credo che sia un libro che vada letto dal punto di vista di un animale rimasto solo al mondo che cerca una nuova casa ma soprattutto donare il proprio amore . un libro veramente interessante. bella recensione brava

    RispondiElimina